Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Modica, trovati due clienti della escort positiva al Covid
Le tante telefonate al sindaco: «Chiedo per un amico»

I due «sono single e vivono da soli», spiega il primo cittadino Ignazio Abbate. Questo ha reso meno problematico venire a galla. Per provare a ricostruire la rete di contatti e rapporti della prostituta, si stanno analizzando anche i tabulati telefonici

Marta Silvestre

Foto di: Alfonso Escu

Foto di: Alfonso Escu

Sono stati individuati due «ipotetici» clienti della giovane prostituta peruviana che è stata domiciliata a Modica (nel Ragusano) per due settimane ed è risultata poi positiva al coronavirus quando si trovava già a Foligno. Uno dei due uomini è stato già sottoposto al tampone che è risultato negativo. Il secondo cliente, invece, questa mattina è stato posto in quarantena nella sua abitazione a Modica ed è stato segnalato all'Asp di Ragusa che, nelle prossime ore, lo sottoporrà a tampone. Intanto, procedono le ricerche da parte della polizia locale per individuare altri clienti della donna.

«Questi due sono single e vivono da soli», spiega a MeridioNews il sindaco di Modica Ignazio Abbate. Una condizione che ha reso meno imbarazzante e problematico venire a galla. L'appello del primo cittadino resta sempre lo stesso: «Invito chiunque abbia avuto rapporti o contatti con la donna in questione a sottoporsi volontariamente al tampone anti-Covid o magari anche al test sierologico. Tutto - assicura - sarà fatto nell'assoluto riserbo».

L'anonimato, infatti, è certamente una delle garanzie necessarie per provata a continuare a ricostruire la rete attorno alla giovane meretrice. Il paese è piccolo e la gente mormora. «Tra l'altro - dice il primo cittadino - Modica è un territorio Covid free oramai da tempo». La preoccupazione di venire allo scoperto in un Comune di circa 54mila abitanti sembra palpabile tra i cittadini, più di quella di essere stati infettati. «"Sindaco, ho un amico spaventato perché potrebbe avere avuto contatti con questa ragazza". È una delle telefonate più rituali che sto ricevendo negli ultimi giorni - ammette il primo cittadino - Mi chiedono anche di dare qualche riferimento in più sulla donna per capire se si tratta di quella in questione. "Come si chiama? Quanti anni ha? Dove si metteva?"». 

Elementi che permettano di identificare la donna, per motivi di privacy, non sono stati diffusi. «A Modica non esiste un quartiere a luci rosse - spiega il sindaco - Da quello che ci risulta, gli accordi per gli incontri sarebbero stati organizzati per telefono e sarebbero poi avvenuti direttamente nelle case». Intanto, stando a quanto risulta, sarebbero in corso delle indagini per le quali si stanno analizzando anche i tabulati telefonici della escort per tentare di ricostruire i contatti. La donna, che adesso si trova ricoverata nell'ospedale di Perugia (in Umbria), si sarebbe spostata poi da Modica prendendo un autobus per Catania. Non è escluso che la donna abbia fatto tappa anche in altri Comuni, tra cui pare ce ne sia anche un altro siciliano.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews