Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Armi e munizioni del clan Domingo nascoste sottoterra
Trovate in vari punti di un terreno di Ciccio Tempesta

In un tubo in pvc interrato sotto un cumulo di pietro sono stati rinvenuti due fucili doppietta calibro 12. In altre parti del fondo agricolo, sempre bene occultati, sono stati rinvenuti proiettili e cartucce. Guarda il video e le foto

Redazione

Armi e munizioni sono state trovate sottoterra in un fondo agricolo nelle disponibilità di Francesco Domingo, detto Tempesta. Il 64enne è finito in carcere ieri nell'ambito dell'operazione Cutrara che ha portato all'arresto di altri 13 esponenti della famiglia mafiosa di Castellammare del Golfo per associazione mafiosa, estorsione, furto e favoreggiamento, tutti reati aggravati dal metodo mafioso.

A eseguire la perquisizione sono stati i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Trapani, insieme allo squadrone eliportato cacciatori di Sicilia, alle unità addette alla ricerca di armi del nucleo cinofili di Palermo, al quarto reggimento guastatori e ai vigili del fuoco con un escavatore. Nel terreno di Ciccio Domingo, considerato il vertice della famiglia mafiosa, sono state trovate armi e munizionamento vario, nascosti in vari punti della proprietà.

Nello specifico, in un tubo in pvc interrato sotto un cumulo di pietre, c'erano due fucili doppietta calibro 12 in buono stato di conservazione, 26 cartucce calibro 12 di varie marche e diametro di pallini e dieci proiettili calibro 38; sotto un secondo cumulo di pietre, è stato trovato un barattolo di vetro con altri tre proiettili calibro 12. Le armi e le munizioni sono state sequestrate.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×