Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Stop differenziata per chi è positivo o in quarantena
Rifiuti vanno distrutti. Dati delle utenze ai netturbini

Con un'ordinanza ad hoc, l'assessorato regionale interviene nell'emergenza Covid-19 prevedendo comportamenti specifici per le abitazioni che ospitano persone che hanno contratto l'infezione o che si trovano in isolamento fiduciario

Simone Olivelli

Foto di: unione nazionale consumatori

Foto di: unione nazionale consumatori

Stop alla raccolta differenziata per le abitazioni in cui vivono persone positive al Covid-19 o in quarantena fiduciaria dopo essere rientrate nell'isola. A prevederlo è un'ordinanza dell'assessorato regionale ai Rifiuti firmata ieri dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci su proposta dirigente generale Salvo Cocina e concertata con l'assessore Alberto Pierobon. I nuclei familiari che rientrano tra le due categorie dovranno raccogliere i rifiuti in maniera indifferenziata e utilizzare due sacchetti per richiuderli. Il conferimento andrà fatto, preferibilmente, utilizzando contenitori a pedali. 

A occuparsi dei rifiuti prodotti negli appartamenti che ospitano persone affette dal Covid-19 dovrà essere l'Asp in cui ricade il Comune, nel caso in cui la prima non fosse in grado di garantire il servizio sarà quest'ultimo a subentrare affidando il servizio alle ditte che normalmente gestiscono la raccolta. In questa circostanza, l'Asp dovrà inoltrare i dati circa le utenze interessate per consentire agli operatori ecologici di approcciarsi ai particolari casi con le cautele richieste dall'emergenza sanitaria.

Per quanto riguarda lo smaltimento, i rifiuti prodotti nelle abitazioni di persone che hanno contratto l'infezione sono destinati alla termodistruzione e, qualora questa modalità non possa essere attuata, saranno conferiti nelle discariche senza passaggi intermedi negli impianti di selezione, recupero e trattamento. Prevista la copertura tempestiva con uno strato protettivo.

Tutti i dati relativi a questo tipo particolare raccolta dei rifiuti non saranno conteggiati ai fini del calcolo delle percentuali di differenziata raggiunta dai singoli Comuni. Né gli potranno incidere in qualche modo nella determinazione della Tari. Previste anche una serie di deroghe per gli impianti di trattamento, compresa la possibilità di «destinare in discarica la frazione organica stabilizzata dopo un trattamento di biostabilizzazione per un tempo non inferiore a 15 giorni».

L'articolo 6 dell'oridnanza riguarda l'impianto di depurazione Tas alla Raffineria di Gela. Lì potranno essere inviati percolato prodotto nelle discariche e soluszioni acquose di scarto provenienti dagli impianti di compostaggio per un massimo di 50 tonnellate al giorno. Intervento anche sugli iter autorizzativi degli impianti che dovrebbero sorgere nell'isola. Considerata la particolarità dell'emergenza, la Regione ha previsto la riduzione di un terzo dei termini per i procedimenti «concernenti la realizzazione, il potenziamento, la riconversione e l’avvio di impianti pubblici per lo stoccaggio trattamento, recupero, riciclaggio e smaltimento dei rifiuti, ritenuti strategici e necessari per il superamento della crisi».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews