Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Nord in crisi? Imprenditrice siciliana apre la sua clinica
«Se serve requisitela, questo non è il tempo del profitto»

«È giusto dislocare i malati della Lombardia anche a Sud». Elena Ferraro gestisce un centro sanitario privato a Castelvetrano. Ha scritto alla Regione: «Ho otto posti letto per la rianimazione». E lancia un appello agli altri colleghi: «Fermiamoci se è utile»

Salvo Catalano

«Non è il tempo del profitto, metto a disposizione la mia clinica». Elena Ferraro è abituata a stare in trincea. A Castelvetrano, terra di Matteo Messina Denaro, gestisce un centro di radiologia che ha difeso dalle mire di Cosa Nostra, denunciando un tentativo di estorsione da parte del cugino del latitante, e per questo è sotto tutela da parte dello Stato. In questo momento di emergenza sanitaria per il Coronavirus, ha scritto all'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza: «Ho un intero piano che si presta per la rianimazione, se serve le porte sono aperte». 

Il centro sanitario privato è stato recentemente autorizzato anche per attività di day surgery - chirurgia in giornata - ed è per questo dotato di apparecchiature di anestesia e rianimazione. «Al primo piano ci sono otto posti letto con possibilità di ventilazione artificiale e una sala operatoria attrezzata - spiega Ferraro a MeridioNews - è completo, ma al momento non operativo. Mancherebbe solo il personale».

La disponibilità è stata registrata dall'Asp di Trapani che ne terrà conto in caso di bisogno. Al momento in provincia sono undici i contagi di Coronavirus di cui quattro ricoverati. Ma la Sicilia, nell'ambito di accordi nazionali, ha aperto le porte dei suoi ospedali anche a pazienti in terapia intensiva delle regioni del Nord, in particolare della Lombardia dove le rianimazioni sono quasi del tutto sature. Ieri due pazienti da Bergamo sono stati trasferiti, con aereo militare, all'ospedale Civico di Palermo. E non è escluso che altri trasferimenti possano avvenire nei prossimi giorni. 

«È giusto e normale dislocarli anche in Sicilia - commenta l'imprenditrice di Castelvetrano - ognuno deve contribuire per quello che può. E noi della sanità privata a maggior ragione perché vediamo il dolore coi nostri occhi, sappiamo cosa signfica. Se dovesse servire, anche per malati provenienti dalla Lombardia, tutta la mia clinica è a disposizione, possono requisirla. In emergenza non si può pensare solo al profitto, e rivolgo un appello a tutte le altre strutture private: mettiamoci a disposizione, fermiamoci per un po' se serve, quanto tutto questo sarà finito ricominceremo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews