Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Sea Watch al porto di Messina con 194 migranti
Musumeci: «Serve quarantena o vadano altrove»

«In un contesto di allarme da coronavirus, suona come una sfida al popolo siciliano pensare di fare sbarcare altre persone», lamenta il presidente della Regione che ha fatto un appello al premier Giuseppe Conte. «L'Europa se ne faccia carico», dice Matteo Salvini

Redazione

È quello di Messina il porto assegnato alla nave Sea Watch che nei giorni scorsi ha soccorso, al largo della Libia, 194 persone. Nel clima di emergenza da coronavirus, l'arrivo dei migranti in Sicilia crea tensioni. «In un contesto di allarme come quello attuale, suona come una sfida al popolo siciliano pensare di fare sbarcare altri migranti in Sicilia», dice il presidente della Regione Nello Musumeci

«Faccio appello al presidente Conte - prosegue il governatore - Dal governo regionale siciliano è arrivato finora un responsabile atteggiamento rispetto alla gestione unitaria di questa emergenza. Ma serve reciprocità. Avevo chiesto ieri e ribadisco oggi: una quarantena a bordo è indispensabile o, se le autorità ritengono che la nave non lo consenta, si interloquisca con le autorità competenti e si diriga in altri porti».

A fare eco alle parole di Musumeci arrivano anche quelle del leader della Lega Matteo Salvini: «Ha ragione il governatore della Sicilia Musumeci, non è possibile che in un momento come questo il governo permetta lo sbarco di altre centinaia di immigrati, che l’Europa si svegli e se ne faccia carico», ha detto l'ex ministro dell'Interno commentando l'appello del governatore siciliano a Conte.

Al momento, per la gestione degli sbarchi dei migranti nei porti siciliani, è previsto che le persone rimangano negli hotspot individuati dal Viminale per tutto il periodo della quarantena. Una misura attuata per fare in modo che possibili portatori del virus non entrino in contatto con la popolazione locale. Si tratta, tuttavia, di una misura strettamente precauzionale. Al momento, infatti, non ci sono notizie riguardanti la diffusione del coronavirus in Nordafrica, luoghi di partenza dei migranti. 

L'attenzione è rivolta anche a chi arriva sull'Isola con navi da crociera. I controlli della temperatura corporea, così come avviene negli aeroporti, sono previsti anche nei porti. In questo caso, le autorità sono in contatto con i medici di bordo sulle navi. Le compagnie private, intanto, hanno programmato l'acquisizione della strumentazione necessaria per effettuare i primi controlli già a bordo.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews