Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Migranti, lettere di minacce a Patronaggio e alla gip Vella
Si sono occupati della Sea Watch, bloccate 20 missive

Al centro di smistamento di Favara oggi sono state sequestrate oltre 20 lettere indirizzate ai due magistrati di Agrigento. In una c'era polvere da sparo, in un'altra un proiettile. Entrambe erano siglate «ultradestra sovranista». Il procuratore convocato in Antimafia

Redazione

Una busta con polvere da sparo indirizzata al procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio e un'altra busta con una ogiva di proiettile da fucile indirizzata invece al gip Alessandra Vella. È la nuova, doppia, intimidazione al palazzo di giustizia di Agrigento. Le due buste arrivate - e bloccate al centro di smistamento di Favara insieme a un'altra ventina di lettere di minacce - sarebbero molto simili. Per Patronaggio è la terza intimidazione nell'arco di pochissimi mesi. Vella è il gip che non ha convalidato l'arresto del comandante della Sea Watch3 Carola Rackete. Mentre Patronaggio, in realtà, ne ha chiesto l'arresto e proprio oggi ha depositato ricorso in Cassazione contro la scarcerazione. 

Le buste, oltre a polvere da sparo e una ogiva di fucile, contenevano anche dei biglietti con chiari riferimenti al tema dell'immigrazione clandestina e con numerose accuse e insulti. Sono entrambi siglati «ultradestra sovranista». Tutto è stato sequestro e viene, in queste ore, esaminato dai carabinieri della Scientifica. 

Al centro di smistamento della Posta di Favara (Ag), oggi, sono state bloccate, perché ritenute sospette, e sequestrate altre 20 lettere di minaccia, con contenuti sempre simili, indirizzate al procuratore capo Patronaggio. Non è chiaro da dove siano state inviate, ma sarebbero state mandate durante il fine settimana. In una lettera il procuratore viene accusato «di partecipazione alla loggia satanico massonica» e di «riti satanici e di stupro rituale di bambini procurati dagli zingari», in un'altra è stato inserito un fallo, realizzato con la carta, di 1,5 metri.

«Piena e sincera solidarietà al procuratore Patronaggio e al Gip Alessandra Vella - afferma il presidente della commissione regionale antimafia Claudio Fava - C'è chi pensa, invano, di intimidire o di condizionare la ricerca della verità e la tutela dei valori costituzionali su cui sono impegnati gli uffici giudiziari siciliani. Siamo vicini al lavoro dei magistrati agrigentini e abbiamo concordato con il dottor Patronaggio di ascoltarlo in commissione antimafia il prossimo 31 luglio».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews