Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Troina, la vera antimafia siciliana riparte da cento asinelli
Sindaco sotto scorta: «Lavoro e turismo al posto dei clan»

Dopo le interdittive e i bandi per la riassegnazione delle terre andati deserti, il sindaco sotto scorta Fabio Venezia ha lanciato una nuova sfida: creare l'azienda agricola pubblica più grande d'Italia. Un sogno che si sta trasformando in realtà. Guarda video e foto

Salvo Catalano

«Ho portato il bastone, quello per andare a funghi». Otto e mezza del mattino. Il sindaco di Troina Fabio Venezia esce dal portone di casa strappando una risata generale al drappello di persone che lo aspetta: ci sono i tre angeli custodi che da quattro anni, da quando la mafia dei Nebrodi lo ha messo sotto tiro, lo proteggono; c'è il suo braccio destro, Angelo Impellizzeri, responsabile dell'azienda Silvo pastorale di Troina, l'ente comunale proprietario di quattromila ettari di boschi; ci sono due guardie dell'azienda e il direttore, insieme a un veterinario dell'Asp. Più di dieci non si può: per raggiungere il querceto dove vivranno cento asinelli bisogna andare in jeep, superando strade dissestate oltre il lago Ancipa, in un territorio a cavallo tra le province di Messina ed Enna dove per decenni, nel silenzio e nel'indifferenza generale, Cosa Nostra ha creato un business da centinaia di milioni di euro: bastava prendere in affitto, a 10 o al massimo 15 euro a ettaro, i terreni dagli enti pubblici e ottenere fino a 350 euro di finanziamenti europei. Lasciando tutto immobile, inalterato, arcaico, violento.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×