Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Privati mollano terre tolte ai clan, ma la battaglia continua
«Creiamo la più grande azienda agricola pubblica d'Italia»

Alcuni affittuari di aree sottratte al controllo mafioso, sui Nebrodi, si sono tirati indietro dopo strani sconfinamenti di vacche. Così il Comune di Troina ha in cantiere un progetto per gestire quei terreni. Puntando su allevamento, trasformazione della legna e turismo

Salvo Catalano

Nel cuore della Sicilia la guerra alla mafia dei pascoli è dura da vincere. Perché non bastano le interdittive antimafia che hanno tolto centinaia di ettari a soggetti legati a Cosa Nostra, se poi quei terreni non li vuole gestire nessuno. Per paura. Perché quando i vecchi poteri continuano a fare sentire la loro presenza, lasciando pascolare liberamente le mandrie in aree che non gli appartengono più, allora il messaggio sul territorio arriva forte e chiaro e investire in attività imprenditoriali diventa difficile. Dall'inizio dell'anno quattro privati hanno deciso di mollare e hanno comunicato al Comune di Troina che non se la sentono di continuare a gestire i terreni con cui, fino a pochi anni fa, le famiglie dei clan facevano affari grazie ai fondi europei destinati all'agricoltura. «In totale - spiega il sindaco Fabio Venezia, 38 anni e da quattro sotto scorta - i nuovi affittuari dopo le interdittive erano 12, un terzo negli ultimi mesi ha rinunciato».

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×