Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Un giorno da insider all'assemblea di Eni a Roma
Descalzi: «A Gela abbiamo chiuso senza chiudere»

All'incontro degli azionisti dello scorso 14 maggio era presente, tramite l'associazione A Sud, anche il nostro cronista di MeridioNews. Che ha incentrato le sue domande sulla riconversione industriale avviata nel 2014 e ancora incompleta

Andrea Turco

Dall'ex azienda di Stato più famosa e importante nel mondo, che nel 2018 ha fatturato un utile netto di 4 miliardi e 126 milioni di euro, ci si aspettava forse un maggiore sfarzo. Invece la sala dove si riunisce a maggio ogni anno l'assemblea degli azionisti dell'Eni è piuttosto angusta, e neanche il catering è granché. Eppure è qui, nell'austero e imponente palazzo di vetro del quartiere Eur a Roma, che dal cane a sei zampe arrivano le risposte più importanti sulle politiche aziendali portate avanti nel corso dell'anno. Grazie all'associazione A Sud, che da 15 anni si occupa di ambiente e giustizia sociale, chi scrive ha scelto di svolgere l'azionariato critico. Un modello molto diffuso tra le aziende anglosassoni e che in Italia ha visto, tra i suoi principali esponenti, l'ex comico genovese Beppe Grillo acquisire delle quote per partecipare da dentro alle assemblee di Telecom e Parmalat. L'idea di A Sud era di concentrare le domande sui singoli siti industriali dove Eni è presente: Taranto, Gela, Licata e la Val D'Agri.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×