Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Finanziaria, semaforo verde per il testo collegato
Il governo vuole ripianare debiti delle ex Province

La fumata bianca in giunta regionale è arrivata ieri sera, mentre in queste ore gli uffici dell'assessorato all'Economia sono all'opera per completare le tabelle. Domani il testo potrebbe essere incardinato in Assemblea, per fare così approdare la Finanziaria a Sala d'Ercole

Miriam Di Peri

Foto di Bjs

Foto di Bjs

Gli uffici del Bilancio stanno lavorando in queste ore alle tabelle, per portare - si spera in serata - il testo collegato alla Finanziaria in Assemblea. È una corsa contro il tempo, quella del governo regionale, che spera ancora in zona cesarini di non ricorrere a un altro mese di esercizio provvisorio.

Il ritiro della giunta, ieri a Pergusa, ha consentito al governo di mettere mano al testo collegato alla Finanziaria, nel quale, si suppone, troveranno spazio le proposte normative presentate dai deputati sotto forma di emendamenti alla legge di Stabilità.

Tra i rivoli del disegno di legge, trovano spazio le risorse per portare a termine tutte quelle opere rimaste incompiute, il ripianamento dei debiti delle ex Province, di cui si farà carico la Regione attraverso il mutuo con attraverso la Cassa depositi e prestiti, le risorse sul fondo di rotazione per le Ipab e per l'Irsap, il rafforzamento dell'Irfis che potrà utilizzare 80 milioni di euro che erano vincolati, la nascita del Centro direzionale della Regione, l'applicazione del contratto delle autostrade al personale del Consorzio Autostrade Siciliane, la creazione dell'Agenzia per il turismo.

Il testo comprende una cinquantina di articoli, poi sarà trasmesso all’Assemblea Regionale e quindi alla commissione Bilancio, che nel frattempo dovrebbe esitare la Finanziaria e farla approdare all’Aula. In tutto, nel testo collegato alla Legge di Stabilità, sarebbero stati stanziati meno di 30 milioni di euro.

Il vicepresidente della Regione, Gaetano Armao, che sta rientrando da Roma dove ha preso parte alla conferenza delle Regioni, ha parlato di «una manovra di bilancio complessa e articolata che nei prossimi giorni potrà dare ai siciliani nuove opportunità, liberando risorse finanziarie, a partire dalle Province, dopo il fondamentale accordo di finanza pubblica con lo Stato».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×