Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Congresso Pd, i partigiani dicono sì a Faraone
Rubino: «Correrò in tandem per la segreteria»

«Davide Faraone - dice Rubino - mi ha chiamato in causa chiedendomi di partecipare insieme a una sfida congressuale. È noto che abbiamo avuto opinioni diverse, ma ho scelto, insieme con chi mi ha accompagnato in questi mesi, di accettare questa sfida»

Miriam Di Peri

Si era preso mezza giornata per riflettere. Adesso arriva l'ok alla proposta di Davide Faraone. Antonio Rubino e il luogotenente di Matteo Renzi in Sicilia correranno in tandem contro Teresa Piccione. «Un tonfo così - aveva detto Rubino lanciando il movimento dei Partigiani all'indomani della debacle elettorale del 4 marzo - non si vedeva dal '92». Scagliando la sua ira contro Faraone e le sue scelte sulla composizione delle liste. Adesso Rubino correrà al fianco del senatore dem contro la zingarettiano Teresa Piccione per la segreteria del partito.

«Le scelte che ho fatto in questi anni, soprattutto in questi ultimi mesi, - dice Rubino, provando a motivare la sua decisione - sono frutto della consapevolezza che il Pd in Sicilia ha bisogno di una scossa politica e generazionale. Questo mi ha spesso attirato l’accusa di velleitarismo, proveniente soprattutto da chi ha preferito non prendere atto della realtà mortificando il ruolo della sinistra nel partito democratico. Il congresso del Pd siciliano, non può essere un referendum sul passato o un gioco di ruolo. Deve essere invece l’occasione per decidere, per una volta in maniera chiara, se il Pd è uno strumento di autotutela o un soggetto politico capace di rinnovarsi ed essere motore dell’opposizione, mollando i trasformismi da un lato, i conservatorismi dall’altro».

«Con le persone con cui abbiamo condiviso un percorso in questi mesi - aggiunge il candidato alla vicepresidenza del partito -, abbiamo lavorato fino all’ultimo istante per realizzare l’unità del Pd, mettendoci a servizio di questo obiettivo senza altra finalità che quella di dare una risposta ad una forte richiesta di elettori e militanti. Sarà invece un congresso in cui si misureranno persone e prospettive diverse, il che comporta delle scelte da condurre con chiarezza davanti all’opinione pubblica».

Ed eccolo lì, l'assist all'ormai ex rivale, oggi alleato: «Davide Faraone mi ha chiamato in causa, con coraggio, chiedendomi di partecipare insieme ad una sfida congressuale e ad un progetto di rinnovamento e ricostruzione del Pd. È noto che abbiamo avuto opinioni diverse, che richiedono chiarezza di intenti e trasparenza nelle scelte».

«Ho scelto, insieme con chi mi ha accompagnato in questi mesi, di accettare questa sfida. Perché nessuno - conclude - può pensare di essere autosufficiente. Perché la sinistra merita di essere rinnovata e rinvigorita e il suo spazio è un Pd plurale. Perché, anche nell’umiltà dei ruoli e nelle difficoltà del periodo, è il momento di scendere per tutti dai piedistalli e misurarci con l’esigenza di mettere in moto l’opposizione contro il pericolo nazionalpopulista».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email