Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Elezioni comunali, spoglio potrà essere sospeso alle 3
Regione dà possibilità ai presidenti di prendere pausa

Per evitare tour de force, l'assessorato regionale agli Enti locali ha previsto la possibilità di interrompere le operazioni di spoglio la notte di domenica 10 giugno, per poi ripartire alle 9 di lunedì. «Consapevole delle difficoltà e dei disagi che comporta, ho ritenuto opportuno diramare una direttiva per velocizzare le operazioni», dichiara Grasso

Simona Arena

Una direttiva per venire incontro ai presidenti e scrutatori di seggio che temevano una lunga maratona in vista delle elezioni amministrative del 10 giugno. L’ha emanata l’assessora per gli Enti Locali Bernadette Grasso. «Consapevole delle difficoltà e dei disagi che comporta, sia agli operatori di seggio che agli elettori, la concentrazione delle votazioni in una sola giornata – si legge nel comunicato stampa diffuso dalla Regione -, ho ritenuto opportuno diramare una direttiva rivolta ai comuni per velocizzare le operazioni». Quindi «in armonia con le disposizioni nazionali, grazie gli approfondimenti fatti sulle vigenti procedura», spiega l’esponente della giunta Musumeci Grasso, «abbiamo messo in atto degli accorgimenti che certamente scongiureranno le code ai seggi elettorali e miglioreranno l’efficienza delle strutture preposte allo svolgimento delle elezioni amministrative di giugno 2018». 

L’accorgimento è quello di consentire al presidente di seggio, che lo riterrà opportuno per ragioni di stanchezza, di chiudere le operazioni di scrutinio alle 3 del mattino per poi riprendere alle 9 di lunedì 11 giugno. I seggi saranno aperti dalle dalle 7 alle 23. Subito dopo, comincerà lo spoglio. A questo punto dall’assessorato per gli Enti locali viene consentita la sospensione a chi riterrà di non poter andare avanti e di prendere una pausa di sei ore. Mentre chi invece si sentirà di continuare, lo potrà fare. Il 10 giugno saranno 138 i centri siciliani in cui si andrà alle urne per il rinnovo delle giunte e dei consigli comunali. Un esercito di 12mila candidati ai consigli comunali, tremila dei quali a Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews