Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Lega, Salvini lancia un commissariamento soft
Dall'Umbria l'uomo che affiancherà la dirigenza

Il commissario è il senatore Stefano Candiani, atterrato a Catania assieme al leader. A lui la sfida di quello che viene definito «accompagnamento» e la guida della crescita siciliana del Carroccio. Che passa dalle imminenti Amministrative, anche in chiave governo regionale: verso Musumeci né giudizi positivi né missili

Francesco Vasta

«Sono grato a chi ha portato la Lega in Sicilia fino ai risultati di oggi, ci saranno adesso anche altre energie che accompagneranno questa crescita». Matteo Salvini avvia con queste parole un commissariamento di fatto del partito isolano che però non si materializza ancora come tale nelle frasi usate dal leader, incontrando a Catania i giornalisti appena sceso dall'aereo da Roma. La testa è certo alla trattativa sul governo nazionale, ma c'è anche tanta voglia di approcciarsi al dossier Amministrative di giugno. Il disegno è ormai chiaro: attendere ancora, seduti sulla sponda del fiume, in attesa del riconoscimento finalmente compiuto della Lega come attore a pieno titolo del centrodestra siciliano. Puntando, intanto, sull'imminente tornata elettorale per lanciare un nuovo messaggio agli alleati, dopo quello delle ultime elezioni Politiche. Anche per questo, verso il governo di Nello Musumeci, Salvini non lascia partire i missili che qualcuno vorrebbe vedere, ma fa spallucce senza troppo infastidirsi e guarda già oltre certe scelte comunque «sbagliate». Ricorda infatti il capo del Carroccio: «Musumeci non ci ha dato l'assessorato e il centrodestra ha pagato il 4 marzo. Noi siamo fuori dalla giunta e abbiamo aumentato i voti, qualcosa vorrà pur dire». Non è però tempo di alzare la voce. Le priorità sono le urne e la riorganizzazione della Lega siciliana.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×