Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Petrosino: proiettile al sindaco, chiesta archiviazione
Procura: «Minacce non gravi, assenza di seri pericoli»

I fatti si sono verificati l'anno scorso. Gaspare Giacalone, e la vice Marcella Pellegrino, riceverono buste con intimidazioni e anche una cartuccia di pistola. I magistrati di Marsala, però, facendo riferimento alla situazione personale dell'autore, hanno dichiarato che la vicenda non avrebbe messo seriamente a rischio nessuno

Pamela Giacomarro

Inviò lettere di minacce al sindaco di Petrosino e al suo vice, la procura di Marsala ha però deciso di chiedere l' archiviazione la posizione dell’uomo. I fatti risalgono al periodo compreso tra maggio e giugno dello scorso anno quando, in piena campagna elettorale, Gaspare Giacalone e Marcella Pellegrino ricevettero buste contenenti messaggi di minacce e, in un’occasione, anche la cartuccia di una pistola. Il pubblico ministero Federico Panichi ha però optato per la richiesta di archiviazione «per la tenuità del fatto» alla luce delle condizioni in cui versa l’autore delle lettere, disoccupato e padre di due figli. 

Secondo quanto emerso dalle indagini, l’uomo avrebbe agito per disperazione al fine di ottenere un posto di lavoro finanziato dal comune. Per la procura, insomma, il sindaco e la sua vice non avrebbero corso alcun pericolo. Con ogni probabilità l’avvocato Valerio Vartolo, che rappresenta Giacalone, presenterà opposizione contro la decisione della procura del tribunale lilybetano. 

Intanto Giacalone ha affidato ai social network il proprio sfogo. «Siamo terra di nessuno! - si legge in un post su Facebook -. Nella terra di nessuno succede che un tizio manda diverse lettere di minacce di morte e perfino una busta contenente dei proiettili al sindaco e pure al vicesindaco. Sempre nella terra di nessuno si indaga e si accerta l’autore. Poi, però, si mette nero su bianco che le minacce in fondo sono tenui e si archivia tutto. Evidentemente nella terra di nessuno le minacce devono andare oltre per essere prese seriamente. E allora lasciateci soli e ammazzateci tutti». Sull’uomo indicato dagli inquirenti come l’autore delle missive, Giacalone ha sottolineando di non conoscerlo, aggiungendo di essere all’oscuro dei motivi che si sarebbero celati dietro alle minacce. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews