Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Alcamo, trovato l'uomo che ha dato fuoco al Comune
Gesto dopo mancata risposta alla richiesta di sussidio

A casa del responsabile - un 33enne con numerosi precedenti penali - sono stati trovati i vestiti indossati il giorno del rogo. L'idea di dare fuoco al portone d'ingresso del Palazzo di città sarebbe arrivata all'improvviso, quando si è accorto che di sabato gli uffici comunali sarebbero stati chiusi

Redazione

Foto di: Qlnews

Foto di: Qlnews

Nessuna minaccia o intimidazione mafiosa, ma il gesto esasperato di una persona in difficili condizioni economiche. Ci sarebbe questo dietro il danneggiamento del portone d'ingresso del Comune di Alcamo, con le fiamme che erano state appiccate tramite un cumulo di cartone. Il responsabile è stato individuato dai carabinieri: si tratta del pregiudicato 33enne D.G.A.

A lui i militari sono arrivati dopo avere controllato i filmati registrati dall'impianto di videosorveglianza installata in alcune case a ridosso della piazza. Sottoposto a perquisizione domiciliare, sono stati trovati i vestiti indossati il giorno in cui è stato compiuto il gesto. Il 33enne ha ammesso il gesto, spiegando di avere agito dopo che il Comune non avrebbe risposto a una richiesta di sussidio. 

L'uomo - con alle spalle molteplici reati tra i quali rapina, furto, estorsioni e danneggiamento - ha lamentato la difficoltà a trovare un lavoro e un modo per mantenere i due figli. L'idea di dare fuoco all'incendio sarebbe arrivata all'improvviso, come reazione all'essersi accorto che di sabato gli uffici comunali sarebbero stati chiusi

Le indagini delle forze dell'ordine proseguono per individuare le persone presenti in piazza che, oltre a non avere collaborato alle indagini, non hanno avvertito i vigili del fuoco.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×