Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Messina, bruciano tubi della condotta di Calatabiano
Interrotta la distribuzione dell'acqua nel capoluogo

L'incendio, il terzo in una settimana, è avvenuto prima dell'alba. Ad andare a fuoco sono stati i tubi del bypass realizzato a novembre, dopo la frana del 25 ottobre. Doveva essere una soluzione temporanea, invece è la nuova causa della crisi idrica. «Sapevano che poteva accadere», denuncia il M5s. Guarda le foto

Simona Arena

Foto di: Massimo Amoroso

Foto di: Massimo Amoroso

Gli allarmi erano stati lanciati all'inizio dell'estate, ma sono rimasti inascoltati. Stamattina alle 5, quello che si temeva potesse accadere è successo. Da giorni gli incendi che interessano l'area di Calatabiano hanno messo a rischio i quattro tubi in plastica del bypass realizzato a novembre. E oggi le fiamme hanno raggiunto e danneggiato la parte della condotta di Fiumefreddo che sostituisce quella originaria per una lunghezza di 150 metri. 

L'Amam ha subito interrotto la distribuzione in città, per evitare perdite e tenere delle scorte. Non ci sono ancora tempi certi sul ripristino del guasto. In queste ore si sta valutando se sostituire i tubi danneggiati o far tornare a scorre l'acqua nella tubatura principale. I vertici dell'azienda che si occupa del servizio idrico sono sul posto. Inutili i tentativi di spegnimento delle fiamme da parte della sorveglianza dell'impianto. C'è da capire se l'incendio sia stato doloso

Il rogo, intanto, ha causato lo sversamento di fango in parte del territorio di Calatabiano, come denunciato dal portavoce del Movimento 5 stelle locale Massimo Amoroso: «L'Amam ha dimostrato troppa superficialità - dichiara a MeridioNews -. Più volte abbiamo detto che il luogo dove passano i tubi è soggetto a incendi. Bastava ripulire la zona dove passa la conduttura. Un semplice tagliafuoco. Ma non lo hanno fatto. Mercoledì c'è stato il primo rogo e solo quando le fiamme stavano raggiungendo la conduttura è intervenuto il canadair. Giovedì un altro incendio e anche venerdì pomeriggio ancora fiamme. Stamattina ci sono riusciti». 

Nel frattempo, resta la consapevolezza che Il by pass collocato a novembre doveva essere una soluzione tampone in attesa che la protezione civile completasse i lavori di messa in sicurezza della collina franata il 25 ottobre scorso. Ma così non è stato. E dopo otto mesi, Messina è di nuovo senz'acqua

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×