Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Dispersione scolastica: Caltanissetta batte Palermo

Nella provincia nissena  ha raggiunto il 41,7%, superando addirittura il dato statistico del capoluogo siciliano (40,1%). L'allarme della Cgil: «Occorre contrastar questo triste fenomeno, iniziando col riunire l’osservatorio provinciale che da circa 3 anni non viene convocato»

Redazione

Caltanissetta batte Palermo. Ma non c'è nulla di cui andare fieri. Si parla, infatti, dei tragici numeri della dispersione scolastica, resi noti da Alberto Musca segretario Flc Cgil e Davide Chiarenza, segretario provinciale del sindacato di polizia Silp, sempre della Cgil.

I due sindacalisti prendono spunto dall’ultima relazione della commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite individuato numerose «zone d’ombra nella pubblica amministrazione determinate a volte dalla contiguità di rappresentanti della P.A. con ambienti malavitosi».

«Le zone d’ombra fanno comodo a tanti, con il risultato che è mancata ogni forma di cooperazione fra le istituzioni delle attività di controllo e di Polizia. Secondo la commissione parlamentare d’inchiesta, siamo in presenza d’istituzioni deresponsabilizzate.

«E’ notizia di questi giorni – proseguono Musca e Chiarenza – che la dispersione scolastica nella provincia di Caltanissetta ha raggiunto il 41,7%, superando addirittura il dato statistico della provincia di Palermo (40,1%). Occorre contrastare con determinazione ed efficacia questo triste fenomeno, iniziando col riunire l’osservatorio provinciale che da circa 3 anni non viene convocato».

«Nella scuola superiore la dispersione rimane da allarme rosso perché non si fa la dovuta prevenzione del disagio minorile nelle scuole primarie. Siamo davanti ad un fenomeno che ha conseguenze sociali allarmanti. Nel frattempo la devianza minorile nel comune di Riesi e Gela ha raggiunto livelli di guardia rispetto agli altri comuni ricadenti nel distretto della Corte di Appello di Caltanissetta. 

Tanti docenti e dirigenti scolastici sono impegnati a far crescere nelle regole gli alunni ma se non cambia l’atteggiamento di coloro che sono preposti al controllo della Pubblica Amministrazione, - sottolineano i sindacalisti- il lavoro delle forze dell’ordine, del servizio sociale e della magistratura minorile sarà vanificato da un sistema omertoso di contiguità, falsità e connivenze che danneggia soltanto i minori sfortunati ovvero i figli degli ultimi».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews