A Catania arriva il centro Europe Direct: «Intermediario tra l’Unione europea e i cittadini»

Venerdì 16 dicembre 2022 alle ore 17.30 nell’aula magna del Palazzo delle Scienze a Catania – in corso Italia 55 – si terrà l’evento di lancio dello Europe Direct Catania, promosso dalla Commissione europea e gestito dalla ong Osservatorio e-Medine. L’evento prenderà il via con i saluti di Roberto Cellini, direttore del Dei.

A seguire, prenderanno la parola: Massimo Pronio, responsabile della comunicazione della rappresentanza in Italia della Commissione europea: La mission degli Europe Direct; Angelo Gelardi, membro del consiglio direttivo e-Medine: Europe Direct Catania: obiettivi per il 2023; Carmela Maccarrone, dirigente scolastico del liceo statale Ettore Majorana di San Giovanni la punta (Catania): Le opportunità che l’Europa offre agli studenti.

Poi ancora interverranno Giorgio Vasta, presidente dell’Erasmus Student Network (Esn) Catania: Un caso di successo: i progetti Erasmus; Tiziana Cuccia, docente di Politica economica all’Università degli Studi di Catania: L’Europa a tutela dei consumatori; Luca Aiello, della cooperativa sociale Trame di Quartiere: Il recupero del quartiere di San Berillo; Francesco Caudullo, del Centro di Documentazione Europea (Cde) dell’Università degli Studi di Catania: CDE per la cittadinanza attiva in Europa; Daniela Fisichella, docente di Diritto internazionale all’Università degli Studi di Catania: I vantaggi del diritto europeo nella vita quotidiana; Mario Caruso, responsabile della transizione ecologica per l’ordine degli architetti di Catania: Europa: sostenibilità ambientale e professioni; Fabrizio Sigona, presidente del Consorzio Il Nodo: Europa e accoglienza.

A moderare l’evento Giuseppe Ursino, presidente della ong Osservatorio e-Medine. Europe Direct è una rete europea promossa e coordinata dalla Direzione generale comunicazione della Commissione europea. Attualmente l’Italia conta 47 centri Europe Direct (ED) e l’Unione Europea più di 400. Europe Direct promuove attivamente e in modo continuativo la partecipazione dei cittadini alla democrazia europea. I centri facilitano la comprensione del funzionamento dell’Unione tramite politiche attive inclusive e il contatto diretto con comunità locali e rappresentanti della Commissione europea. La rete agisce come intermediario tra l’Unione Europea e i cittadini a livello locale e si occupa d’informazione e comunicazione sul territorio, organizzando iniziative e progetti.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento