Terremoto di magnitudo 3.9 al largo di Ragusa
Sono otto scosse in 15 ore nel Canale di Sicilia

Redazione

Cronaca – A registrarle sono stati i sismografi dell'Istituto nazionale di geologia e vulcanologia. La più forte è avvenute poco dopo le 2 della notte, a una profondità di dieci chilometri. Già ieri il fondale aveva tremato in tre occasioni

Prosegue lo sciame sismico al largo della costa ragusana. La notte scorsa sono stati cinque i terremoti segnalati dai sismografi dell'Istituto nazionale di geologia e vulcanologia. Il più forte, di magnitudo 3.9, si è verificato alle 2.13 con epicentro nel canale di Sicilia, a metà tra l'Isola e Malta, e a una profondità di circa dieci chilometri. 

Nei settanta minuti successivi, altri quattro sismi sono stati registrati, il più intenso dei quali alle 2.59 (magnitudo 3.7). Già nella giornata di ieri, tre erano state le scosse segnalate nella stessa zona.