Vola Claudio!

Si sono conclusi da poco a Catania i Campionati Nazionali Universitari. Tra i numerosi medagliati siciliani spicca l’argento del catanese Claudio Licciardello nei 400 m. Claudio ha già ottenuto importanti vittorie, quali il bronzo agli europei under 18 nel 2003 a Parigi, ed ultimamente, oltre alla grande soddisfazione dei mondiali Junior di Grosseto 2004 (semifinalista con il personale portato a 47.35) , ha siglato, durante gli indoor di Genova 2005, la miglior prestazione italiana Juniores dei 400 metri con il tempo di 47.56

 

Ho incontrato Claudio al campo scuola di Picanello, dove si sono svolte le gare di atletica. Conclusasi da poco la gara, il tempo di far prendere fiato al ragazzo dopo la sua bellissima prova, mi avvicino e chiedo di poterlo intervistare. Claudio è disponibilissimo a dedicarmi un po’ di tempo, soprattutto dopo aver scoperto che siamo colleghi.

 

Siamo colleghi quindi, ma non ti si vede molto in giro…

Eh sì, sono iscritto al primo anno in Lingue, in Scienze per la Comunicazione Internazionale, ma non essendoci l’obbligo di frequenza non frequento mai, purtroppo, e studio in casa quando posso. Studio per lo più la mattina, perché il pomeriggio sono impegnato per gran parte del tempo al Cibali con gli allenamenti che durano mediamente 4 ore e quindi è un po’ difficile conciliare sport e studio, però in qualche modo credo di riuscirci. Per ora provo a fare entrambe le cose, poi si vedrà se sacrificare una per l’altra.

 

Che lingue studi?

Studio inglese e spagnolo, che sono le due lingue più interessanti nel panorama internazionale.

 

Un commento su questi CNU.

Sono contentissimo, partivo come uno dei non favoriti e riesco a prendere il secondo posto da “matricola”, perché è il primo anno che partecipo a queste gare. Son contento perché ho fatto il personale di 47.10 (lo scorso anno avevo 47.35), la gara è andata abbastanza bene, un passaggio discreto ai 200m, abbastanza veloce, una chiusura discreta, son soddisfatto.

 

È stata una bella gara, e comunque tra te ed il primo arrivato (Galletti 46.86) ci sono stati una manciata di decimi…

Sì, lui è più grande di me, credo sia dell’80/81, ed è professionista dato che è già nei Carabinieri, è un ragazzo molto forte, era il favorito ed ha vinto la gara come pronosticato, ma come outsider sono contento di essere arrivato sul podio.

 

Qual è la tua società?

È la Polisportiva Libertas Catania.

 

Quindi ancora non sei entrato in nessun gruppo sportivo delle forze armate…

No, ancora no…non ne parliamo per scaramanzia, però c’è un obbiettivo ben preciso.

 

Ti ho fatto questa domanda perché vedo che il rapporto forze armate-sport è molto forte…

Sì, per forza. L’atletica poi non è uno sport ricco e le squadre militari ti danno uno stipendio fisso e ti offrono la possibilità di fare una programmazione annuale ben definita, mentre le squadre civili non riescono a darti la garanzia in quanto non girano molti soldi (parliamoci chiaro), ed è un peccato. Quindi se non ci fossero le squadre militari sarebbe veramente dura.

 

Qual è il tuo prossimo obbiettivo?

Il prossimo obbiettivo è quest’estate, ci saranno i Campionati Europei under 20 in Lituania a Kaunas e cercherò di dare il meglio. Spero saranno una gran bella soddisfazione.

 

Noi incrociamo le dita per questo ragazzo che di sicuro darà all’atletica italiana, ed in particolar modo siciliana, molte altre vittorie.

 

 

 


Dalla stessa categoria

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]