Unlocked Music Festival, salta la tappa di Palermo

Da sempre è l’evento musicale che inaugura in Sicilia la stagione dei grandi festival ma quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria mondiale contro il Covid-19, l’Unlocked Music Festival Musica & Legalità non si farà. Dopo l’appuntamento che lo scorso giugno ha portato alla riapertura del Velodromo Paolo Borsellino chiuso da sei anni ospitando sul palcoscenico artisti del calibro di Gigi D’Agostino, Eiffel 65, Capoplaza e tanti alti, il festival che attraverso il linguaggio della musica porta messaggi di legalità ai giovani annulla ufficialmente la tappa del primo giugno a Palermo.

Creato dalla testimone di giustizia Valeria Grasso e da Unlocked otto anni fa, è la prima volta che “Musica e Legalità” si ferma. La pandemia di portata globale legata al Coronavirus però ha travolto tutti i settori e mai come adesso rischia di compromettere seriamente quello dei grandi dei grandi eventi e dei festival che, proprio per il rischio di assembramenti, potrebbe essere l’ultimo a ripartire. Intanto ad agosto il festival dovrebbe volare al Parco Archeologico di Selinunte dove lo scorso anno più di 15mila persone hanno ballato sulle note mixate da Carl Cox, considerato uno dei re del clubbing mondiale.

Lo stop, tuttavia, non fa perdere l’entusiasmo e la squadra di Unlocked è già al lavoro per il festival del prossimo anno e per le tappe che saranno organizzate in giro per l’Italia. «Noi non ci perdiamo d’animo, non lo faremo certamente oggi che abbiamo registrato successi per otto edizioni – afferma Fabrizio Lo Cascio, direttore artistico di Musica e Legalità -. Ogni anno per noi è una nuova sfida, un modo per salire quel gradino in più nella scala della musica internazionale. Lo facciamo e lo abbiamo sempre fatto perché crediamo fermamente che Palermo possa diventare la capitale del clubbing siciliano. Quest’anno avremmo portato in città un artista planetario. E la prossima edizione non sarà da meno».

A fargli da eco Vincenzo Grasso, condirettore artistico di Musica e Legalità. «Il nostro settore è stato uno di quelli principalmente colpiti da questa pandemia. Siamo stati i primi a chiudere e saremo gli ultimi a riaprire. All’interno del nostro mondo si raggruppano migliaia di persone che lavorano per un fatturato stimato di circa 10 miliardi di euro. Questo fa parte della spina dorsale del paese, insieme anche al turismo a cui il settore dei grandi eventi è connesso. L’ultimo intervento del governo pone poche soluzioni per noi sebbene il disastro economico sia già tremendamente pesante e tangibile. Nonostante questo non ci stiamo abbattendo e stiamo lavorando per trovare una quadra con le più importanti realtà d’Italia. Stiamo pensando di far squadra per ripartire forti e uniti più di prima. Rimane ancora in piedi il concerto a Selinunte. Per questo siamo in contatto con il direttore Bernardò Agrò. Noi, dalla nostra, abbiamo la volontà se le condizioni lo permetteranno di riempire di riempire come lo scorso anno il Parco Archeologico».

Dal futuro al presente. Valeria Grasso, l’imprenditrice che oggi vive sotto scorta per aver mandato in galera i boss della famiglia Madonia, considerati mandanti della strage di via d’Amelio, spiega che «stiamo affrontando un momento storico senza precedenti. Una pandemia globale ci impone di fermarci. Ci fermeremo per tutelare la salute ma pretendiamo che non si metta all’angolo l’economia di un intero paese. I giovani sono il motore del mondo. Solo il settore dei grandi eventi porta lavoro a migliaia di loro. E alla mafia queste situazioni fanno gola e io non permetterò che in Sicilia possa mettere le mani lì dove non deve. L’ho combattuta per anni, non mi fermerò di certo adesso. E proteggerò quello che abbiamo costruito con tutte le mie forze».

Incisivo anche l’intervento di Vincenzo Montanelli, amministratore delegato di Unlocked. «Per adesso vige l’incertezza – commenta -. Ma da siciliani dobbiamo sperare di mantenere bassi i contagi e per una volta di essere gli ultimi in classifica. Ci auguriamo che si possa arrivare il prima possibile alla riapertura di attività dove dietro girano non solo persone ma famiglie. Se l’andamento continua ad essere questo, la Regione può fare molto di più. Dunque vogliamo essere fiduciosi, noi ce la stiamo mettendo tutta. Lavoriamo alla tappa di Selinunte, pensiamo al rilancio del territorio non solo attraverso un’iniziativa che esiste da quasi un decennio ma vogliamo farci pionieri della riapertura dei grandi eventi perché, anche se saremo gli ultimi a ripartire, dobbiamo farlo in grande».

(Unlocked Music Festival)


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Da sempre è l’evento musicale che inaugura in Sicilia la stagione dei grandi festival ma quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria mondiale contro il Covid-19, l’Unlocked Music Festival Musica & Legalità non si farà. Dopo l’appuntamento che lo scorso giugno ha portato alla riapertura del Velodromo Paolo Borsellino chiuso da sei anni ospitando sul palcoscenico artisti del calibro di Gigi […]

Da sempre è l’evento musicale che inaugura in Sicilia la stagione dei grandi festival ma quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria mondiale contro il Covid-19, l’Unlocked Music Festival Musica & Legalità non si farà. Dopo l’appuntamento che lo scorso giugno ha portato alla riapertura del Velodromo Paolo Borsellino chiuso da sei anni ospitando sul palcoscenico artisti del calibro di Gigi […]

Da sempre è l’evento musicale che inaugura in Sicilia la stagione dei grandi festival ma quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria mondiale contro il Covid-19, l’Unlocked Music Festival Musica & Legalità non si farà. Dopo l’appuntamento che lo scorso giugno ha portato alla riapertura del Velodromo Paolo Borsellino chiuso da sei anni ospitando sul palcoscenico artisti del calibro di Gigi […]

Da sempre è l’evento musicale che inaugura in Sicilia la stagione dei grandi festival ma quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria mondiale contro il Covid-19, l’Unlocked Music Festival Musica & Legalità non si farà. Dopo l’appuntamento che lo scorso giugno ha portato alla riapertura del Velodromo Paolo Borsellino chiuso da sei anni ospitando sul palcoscenico artisti del calibro di Gigi […]

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]