«Sesso non protetto, perdi se resti incinta». Nuova sfida social, tra aumento di malattie sessuali e rapporti sempre più provvisori

«Due ragazzi fanno sesso non protetto, mascherati e perde chi rimane incinta». È Sex Roulette, l’ultima sfida moderna che sta prendendo piede tra i giovani, raccontata a MeridioNews da Francesco Pira, professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’università di Messina. Forse il pezzo più estremo del complicato puzzle della sessualità giovanile, che ha anche risvolti sanitari secondo le recenti dichiarazioni di Bruno Cacopardo, direttore del reparto di Malattie infettive dell’ospedale Garibaldi Nesima di Catania, che sta registrando un notevole aumento dei casi di Hiv e sifilide tra ragazzi e ragazze. Chiedendo a gran voce che a occuparsi del fenomeno siano anche politici e, appunto, sociologi. Per affrontare il problema in un contesto più ampio: la società intera.

«Challenge come quella sono azioni protese solo ad assicurare il piacere, ma a mancare è il sistema affettivo», continua Pira a proposito della sfida sessuale. Una promiscuità non proprio nuova al tempo dei social network o di app di incontri come Tinder, in cui la scelta di una persona somiglia a un acquisto in negozio: può bastare fermarsi alla vetrina. E proprio il consumo veloce sembra essere il principio cardine del sistema. Nella velocità, i sentimenti diventano fragili e l’amore liquido. Basta un click a cancellare anni di conversazioni e ricordi in una chat condivisa con l’altro, che torna a essere estraneo da un momento all’altro.

«È il consumismo emozionale che caratterizza il nostro tempo. Più le relazioni sono fragili, più generano solitudine e insicurezza – spiega Pira – Viviamo un contesto di grande provvisorietà, in cui non costruiamo relazioni, ma le usiamo». E, come un oggetto di cui sbarazzarsi, «se una relazione non corrisponde più ai miei desideri uso la comunità guardaroba: entro, prendo il vestito che mi piace e poi lo poso quando non mi piace più». Dinamiche in cui la tecnologia ha un ruolo non secondario, in cui «si riflettono mancanza di responsabilità e voglia di impegnarsi». Come nel fenomeno del ghosting – il chiudere una relazione senza dare spiegazioni, sparendo come un fantasma – con importanti conseguenze sull’autostima, che innescano nell’altro dal senso di colpa a quello del fallimento: «Se sparisco, l’altra persona entra in crisi perché non capisce dove ha sbagliato».

Dubbi e tormenti che sembrano però allontanare, anziché avvicinare: «Le indagini ci dicono che gli adolescenti preferiscono avere il primo rapporto sessuale online – continua il docente – Dal punto di vista sociologico, significa che c’è una tale paura di esporre il proprio corpo da preferire sentirsi schermati da un pc o un cellulare». L’altro non interessa in quanto tale, ma solo come involucro, usato per soddisfare il piacere personale. È così che, secondo il docente, si spiegherebbe anche la fluidità di genere contemporanea: più che apertura mentale, disinteresse verso tutto quello che non sia «provare piacere». Meccanismi percepiti a livello sociale, ma difficili da affrontare anche per chi giovane non è più. «Gli adulti non riescono a reagire – conclude Pira – e a ragionare insieme ai ragazzi sui valori, perché oggi provare a dare ai figli qualità, più che quantità, fa saltare tutti gli schemi».


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

«Due ragazzi fanno sesso non protetto, mascherati e perde chi rimane incinta». È Sex Roulette, l’ultima sfida moderna che sta prendendo piede tra i giovani, raccontata a MeridioNews da Francesco Pira, professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’università di Messina. Forse il pezzo più estremo del complicato puzzle della sessualità giovanile, che […]

«Due ragazzi fanno sesso non protetto, mascherati e perde chi rimane incinta». È Sex Roulette, l’ultima sfida moderna che sta prendendo piede tra i giovani, raccontata a MeridioNews da Francesco Pira, professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’università di Messina. Forse il pezzo più estremo del complicato puzzle della sessualità giovanile, che […]

«Due ragazzi fanno sesso non protetto, mascherati e perde chi rimane incinta». È Sex Roulette, l’ultima sfida moderna che sta prendendo piede tra i giovani, raccontata a MeridioNews da Francesco Pira, professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’università di Messina. Forse il pezzo più estremo del complicato puzzle della sessualità giovanile, che […]

«Due ragazzi fanno sesso non protetto, mascherati e perde chi rimane incinta». È Sex Roulette, l’ultima sfida moderna che sta prendendo piede tra i giovani, raccontata a MeridioNews da Francesco Pira, professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’università di Messina. Forse il pezzo più estremo del complicato puzzle della sessualità giovanile, che […]

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]