Ragusa, appiccato rogo dentro un’agenzia di viaggi Titolare: «Mai ricevuto minacce, non potrò riaprire»

«La struttura è rimasta in piedi ed è agibile, ma dentro le pareti sono annerite, cataloghi, arredi e documenti sono andati in fumo, le porte bruciate. Della mia agenzia non è rimasto più niente». È comprensibilmente molto amaro lo sfogo di Irene Di Raimondo, la giovane modicana titolare dell’agenzia viaggi di via Roma, a Ragusa, data alle fiamme ieri mattina all’alba. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia, che ora stanno conducendo tutti gli accertamenti del caso. Al momento pare non si sia trattato di un incidente: l’incendio sarebbe stato appiccato intenzionalmente. Le indagini sono in corso e ci si sta avvalendo delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza. Importante, però, sarà la valutazione della scheda tecnica redatta dai vigili del fuoco per ricostruire quanto accaduto. A lanciare l’allarme è stato un operatore ecologico in servizio. Secondo le prime ricostruzioni pare che qualcuno sia entrato nell’agenzia attraverso una porta-finestra. Per portare via un pc portatile e pochi soldi, poi le fiamme e la fuga.

La storia della Dixie Travel inizia quattro anni fa dalla voglia di scommettere nel cuore del capoluogo ibleo. Irene crea un locale molto bello ed elegante, all’altezza di una perla barocca, sicura di essere nel posto giusto, centrale e molto ben frequentato. C’è l’inaugurazione, tanto l’entusiasmo. Poi la decisione del Comune di realizzare l’isola pedonale, la crisi che imperversa e via Roma che, neanche troppo lentamente, muore. «Al momento non ho la forza per riaprire, senza considerare che non saprei nemmeno dove prendere i soldi per rifare tutto – continua – dato che non ho avuto neanche il tempo di ammortizzare i costi iniziali dell’investimento. Nel 2016 sono entrati di notte e hanno portato via un pc, adesso questo. Mi sento un po’ presa di mira e non riesco a capire il motivo. Non ho mai ricevuto minacce, non ho mai dato fastidio a nessuno, svolgo un’attività che è diversa dalle altre agenzie di viaggi, con clienti che vengono su appuntamento e ai quali offro una consulenza, non la semplice vendita dei biglietti».

Un lavoro incentrato principalmente sui viaggi di nozze, quello di Irene e della sua collaboratrice: orario continuato, pratiche lunghe e clienti tranquilli. Poi, ogni sera, la paura al momento della chiusura. «È buio, non c’è quasi nessuno e nelle stradine interne dove parcheggio la macchina spesso ci sono persone che bevono e fumano. Anche se avessi la voglia e i soldi per ricominciare, onestamente credo che scommettere di nuovo su via Roma sarebbe una perdita, non un investimento». Intanto sono tanti gli attestati di solidarietà che, in queste ore, stanno arrivando a Irene e il presidente della locale sezione Ascom, Salvo Ingallinera, ha annunciato che inoltrerà una richiesta d’incontro al prefetto, per mettere in rilievo il disagio con cui i commercianti di quella zona stanno facendo i conti da qualche periodo a questa parte. «Si percepisce un’assoluta spavalderia nei confronti delle forze dell’ordine da parte di chi si è reso protagonista di questo efferato atto – dice Ingallinera -. Sarebbe questa la volta buona, da parte dell’amministrazione comunale, per convocare il tavolo sul centro storico a cui molte volte, in passato, abbiamo partecipato affrontando questioni che poi sono rimaste in sospeso. Inoltre, per quanto riguarda l’ordine pubblico, sarebbe anche il caso di comprendere, una volta per tutte, come, se e quanto funziona il sistema di telesorveglianza nelle zone cruciali della città».


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

È sconsolata Irene Di Raimondo, giovane modicana che ha scommesso sul capoluogo ibleo per lanciare una propria attività. Due notti fa qualcuno pare sia entrato di nascosto, forzando una porta-finestra. Si indaga, sperando di fare leva sul sistema di videosorveglianza. Diversi gli attestati di solidarietà, ma si chiedono interventi alle istituzioni

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]