Prospettive, cinema sociale nel cuore di San Berillo «Obiettivi sono far conoscere il rione e migliorarlo»

Si terrà dal 4 al 7 ottobre, nelle strade del quartiere di San Berillo, la rassegna cinematografica Prospettive – Film che raccontano la città. L’evento, organizzato dall’associazione Trame di quartiere, propone un’azione di sensibilizzazione su vari temi sociali per così dire «sensibili». Ognuna delle quattro serate sarà incentrata su uno specifico argomento (urbanistica, migrazioni, narrazione e povertà), con la proiezione di film e corti cinematografici. Previsto anche un concorso per cortometraggi – dedicato a un giovane attore siciliano recentemente scomparso, Domenico Bisazza – il cui vincitore verrà decretato da una giuria popolare.

L’evento è stato reso possibile grazie alla partecipazione al bando Cineperiferia, indetto dal Ministero per i Beni e le attività culturali, al quale l’associazione ha preso parte stilando un programma allestito dal direttore organizzativo Massimo Finistrella e dalla direttrice artistica Maria Arena, che è rientrato nelle prime 15 posizioni, classificandosi come quarto su oltre 300. «Il bando era adatto alla tradizione audiovisiva di Trame di quartiere – dichiara Maria Arena a MeridioNews – avevamo già creato una web serie dal titolo San Berillo Web serie doc, uno strumento utile per riflettere e raccontare ciò che avviene all’interno della zona». L’idea di organizzare un tale evento c’era già, poiché, aggiunge Arena, «è un’occasione unica per poter comprendere e narrare determinate storie, i cui protagonisti sono persone e non meri numeri».

La rassegna si svolge a San Berillo in quanto la stessa associazione Trame di quartiere nasce nel cuore del quartiere, vincendo nel 2015 il contest Boom – idee urbane. «Lo scopo della nostra organizzazione è quello di fare conoscere ciò che avviene all’interno del rione e di migliorarlo – racconta Arena – e Prospettive si inserisce all’interno di questo proposito». «Le tematiche trattate presentano connotati globali, i film che verranno proiettati provengono infatti da svariate parti del mondo e sono comunque adatti al nostro contesto». Oltre ai film, ospiti illustri saranno presenti nel corso delle varie serate, tra i quali la sociologa Marianella Sclavi, i registi Andrea Segre, Matteo Calore, Emanuela Pistone, Gabriele Vacis, Stefania Bona e i docenti dell’Università di Catania Filippo Gravagno, Alessandro De Filippo, Carlo Colloca, Stefania Rimini e Teresa Consoli. Prenderà parte all’evento anche il Comitato cittadini attivi San Berillo.

«Per tutti gli abitanti della città questa è un’occasione unica, l’accesso è gratuito e c’è la possibilità di vedere film e cortometraggi bellissimi che altrimenti sarebbero difficili da reperire – aggiunge Arena – è sicuramente un’occorrenza da sfruttare, non avevamo mai organizzato un evento di tale portata». Molti residenti del luogo presteranno inoltre il proprio contributo per la moltitudine di compiti da svolgere, per un totale di «circa 20 persone che si impegneranno nella manifestazione».

A concludere l’evento si terrà il concorso per cortometraggi dedicato all’attore siciliano Domenico Bisazza, scomparso nel febbraio 2018 all’età di 29 anni. «La selezione degli otto video finalisti è stata effettuata tra più di 150 corti – spiega la direttrice artistica Maria Arena – e il vincitore sarà scelto da una giuria popolare che assisterà alla loro proiezione».

Nonostante l’evento sia organizzato all’aperto, non ci sarà alcun problema in caso di maltempo. «La pioggia non ci spaventa – ribadisce con chiarezza Maria Arena – nel caso in cui dovesse presentarsi la necessità, la rassegna cinematografica sarà spostata all’interno, nei locali di Palazzo de Gaetani».


Dalla stessa categoria

Lascia un commento