Primo compleanno di AEGEE a Catania

Da un anno a Catania c’è una nuova associazione studentesca, Aegee, che senza fini di lucro, promuove la cooperazione e l’integrazione degli studenti europei. Ad occuparsene sono un gruppo di studenti di Catania che, con il loro impegno ed entusiasmo, la stanno facendo crescere e conoscere sempre di più. Una delle attività principali di cui Aegee si occupa è l’accoglienza degli studenti del programma Erasmus che vengono a studiare a Catania, facendo in modo di farli sentire il più possibile a casa loro. Tra i fautori dell’associazione ci sono Daniele Lo Sciuto, presidente AEGEE, al quale si deve il merito di avere portato l’associazione a Catania, Simon Caldwell e Francesco Mascali, entrambi Responsabili accoglienza degli studenti Erasmus, e un folto gruppo di studenti che quotidianamente si impegna nelle varie attività, come ad esempio il programma che consiste nel tutorare uno studente Erasmus per ognuno di loro. Tra le varie attività, ci sono gite, escursioni, serate nei pub che coinvolgono, volta per volta, un elevato numero degli studenti stranieri che vivono a Catania.
Attualmente l’associazione conta 130 iscritti, e la loro età varia dai 18 ai 35 anni. Noi, a un anno di distanza dalla nascita dell’associazione a Catania, ( esattamente il 26 ottobre ), li abbiamo intervistati per avere un bilancio del primo anno di attività e per sapere meglio di cosa l’associazione di occupi.

Step 1:  Cos’è Aegee e quando è nata a Catania?

Daniele Lo Sciuto:   “AEGEE, che in sigla  è Association des Etats Généraux des Etudiants de l’Europe, è un’ associazione studentesca europea, indipendente, apartitica, aconfessionale e senza fini di lucro.

Step 1  : Qual è lo spirito dell’associazione? 

Daniele Lo Sciuto : ” Il suo obiettivo è di promuovere la  cooperazione e l’integrazione europea in ambito universitario. Il 26 Ottobre 2003, durante l’ “Agora”,  l’evento più importante della vita di Aegee, tenutosi a Zaragoza ( Spagna ), io ho  firmato la “Convention d’adhesion” grazie alla quale Aegee – Europe mi ha concesso la possibilità di portare ed usare a Catania il nome di Aegee. Ed è  così che è nata Aegee – Catania”.

STEP 1 : Quindi, se si parla di integrazione, ci si sposta, si viaggia in Europa e si conoscono studenti stranieri ?

Daniele Lo Sciuto ” Sì e la cifra che si paga per la permanenza nel paese straniero è simbolica, solo 35 euro e con questa cifra sono compresi sempre alloggio e un minimo di 2 pasti ( colazione o pranzo o cena).”

STEP 1 : Cosa avete in programma quest’anno per accogliere gli studenti Erasmus?

Simon Caldwell:  ” Il cardine dell’accoglienza Erasmus per quest’ anno è il Programma Anfitrione, : un tutoraggio individuale (one to one), pensato per rispondere alla prime necessità a cui uno studente straniero dovrà far fronte appena giunto in città.  Ciò che lo differenzia da altre attività simili presenti negli altri atenei italiani è il trattamento diretto e personale che ogni studente riceve, con l’auspicio di instaurare sin da subito un contatto caloroso che renda giustizia alla nostra tanto decantata ospitalità. Chi vi partecipa lo fa a titolo gratuito, spinto dalla voglia di non interrompere la spirale di fratellanza che unisce sotto un’unica bandiera tutti coloro che abbiano partecipato al progetto Erasmus”.

STEP 1 : Quali saranno i prossimi impegni?

Simon Caldwell: ” Il programma prevede una serie di gite ed escursioni all’interno della Sicilia e delle sue tradizioni. I nostri progetti si estendono in oltre a viaggi in Italia per far sì che chi venga a Catania abbia comunque possibilità di visitare il nostro paese, tutto ciò con l’ausilio dell’AEGGE network che ci dà la possibilità di avere qualcuno esperiente del luogo, ovunque ci spostiamo. 

STEP 1:  Quali sono i servizi che Aegee ha espletato per loro fino ad ora ?

Simon Caldwell: “Il nostro aiuto è incentrato sulla fornitura di servizi di telefonia, problem solving per gli alloggi, per i trasporti e sanità; oltre a questo, ovviamente, abbiamo cercato di aiutare concretamente, e ciò rientrava nell’ambito dell’accoglienza, amici in difficoltà”.

Il Presidente di Aegee ci ha gentilmente fornito una lista per  enucleare le varie attività dell’associazione.

ATTIVITA’  CHE  AEGEE SVOLGE SIA  A LIVELLO LOCALE CHE EUROPEO

CONGRESSI: sono organizzati dalle Antenne (è cosi che si chiama ogni sede locale) su argomenti di interesse europeo. La partecipazione è gratuita, così come vitto e alloggio per tutti i soci di AEGEE, che vengono informati mensilmente tramite un calendario degli eventi.

SUMMER UNIVERSITY: Corsi estivi di lingua e di altre materie sono organizzati nella maggior parte delle sedi AEGEE, a condizioni molto vantaggiose per i soci.
La Summer University offre ai partecipanti la possibilità di trascorrere, presso l’ antenna organizzatrice, alcune settimane con studenti provenienti da tutta Europa. Congiuntamente ai corsi sono sempre previste attività di tempo libero ed escursioni.

PROGETTI  CEE: (Erasmus – Tempus – Comett – Lingua): AEGEE promuove, con una capillare opera di informazione, i progetti comunitari di mobilità e interscambio universitario, inoltre favorisce l’integrazione degli studenti stranieri nell’ ambito della realtà universitaria di destinazione.

MOOT COURT: Competizione organizzata in collaborazione con la Moot Court Society tra le squadre rappresentanti le varie Università Europee su un caso di diritto comunitario
WORKING GROUPS: Gruppi di studenti affrontano a livello locale ed europeo problematiche quali: l’ Ambiente, la Cultura, la Discriminazione Razziale, i Diritti Umani, l’Educazione, i rapporti Nord-Sud e Est-Ovest.

Inserito il 25/10/2004


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Una festa di colori ha animato la mattinata della piazza centrale di Grammichele, in provincia di Catania. «Fai super la raccolta differenziata» è la frase sulle magliette – blu, rosse, verdi e gialle – di migliaia di studenti e studentesse delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado del territorio del Calatino. Tutti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Quannu è a siccu e quannu è a sacco (quando è troppo poco e quando è troppo). La Sicilia non ha moderazione. Si passa agevolemente, piroettando come ginnasti artistici sul cavallo con maniglie (dell’ammore), dalle mostre monstre di Manlio Messina a Cannes allo stand dell’assessorato ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana al Salone del Libro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]