Politiche 2018, in Sicilia M5s fa 28 a 0 negli uninominali Gli eletti: tra medici, imprenditori e parlamentari uscenti

Mentre l’Italia aspetta di sapere a chi verrà affidato l’incarico per il nuovo governo, la Sicilia fotografa un cappotto storico: il Movimento 5 stelle conquista tutti i 28 seggi uninominali assegnati sull’Isola, sia i 19 della Camera che i nove del Senato. Un risultato che ricorda il famoso 61 a zero del 2001 quando il centrodestra a guida Berlusconi non lasciò neanche le briciole al centrosinistra. A distanza di 17 anni, la coalizione ormai a trazione leghista e non più Forza Italia, si trova nel ruolo opposto. I sondaggi della campagna elettorale davano un sostanziale equilibrio, con un leggero vantaggio per il centrodestra (11 a 8). Ma nella notte la tendenza era già chiara al Senato, stamattina i dati non definitivi ma largamente stabilizzati regalano al partito di Di Maio anche tutti i seggi della Camera. Vittorie con percentuali bulgare: comprese tra il 41 per cento a Palermo Libertà e il 62 per cento a Siracusa. 

Queste le percentuali delle coalizioni in Sicilia all’uninominale per il Senato: Movimento 5 stelle 47,7 per cento; centrodestra 32,26% (Forza Italia 21, Lega 5,5, FdI 3,8; Noi con l’Italia-Udc 2,1); centrosinistra 13,77% (Pd 11,5; +Europa 1,15; Civica e popolare 0,59; Insieme 0,31); Liberi e Uguali 3%; Potere al Popolo 0,71%; Forza Nuova 0,58%; Casa Pound 0,48%.

Queste le percentuali delle coalizioni in Sicilia occidentale all’uninominale per la Camera: Movimento 5 stelle 48,2 per cento; centrodestra 32,67% (Forza Italia 21, Lega 5,1, FdI 3,5; Noi con l’Italia-Udc 3); centrosinistra 12,87% (Pd 10,56; +Europa 1,22; Civica e popolare 0,37; Insieme 0,47); Liberi e Uguali 3,2%; Popolo della famglia 1,20; Potere al Popolo 0,75%; Forza Nuova 0,43%; Casa Pound 0,35%.

Queste le percentuali delle coalizioni in Sicilia orientale all’uninominale per la Camera: Movimento 5 stelle 48,8 per cento; centrodestra 30,73% (Forza Italia 20,5, Lega 5,2, FdI 3,7; Noi con l’Italia-Udc 1,6); centrosinistra 14,8% (Pd 12,2; +Europa 1,02; Civica e popolare 0,64; Insieme 0,4); Liberi e Uguali 2,66%; Popolo della famglia 0,75%; Potere al Popolo 0,66%; Forza Nuova 0,37%; Casa Pound 0,60%.

La Sicilia dunque si inserisce a pieno titolo nel quadro politico nazionale, che vede le Regioni del Sud regalare una schiacciante vittoria al Movimento 5 stelle. «Siamo la prima forza politica della Sicilia con quasi il 50% dei voti – esulta Giancarlo Cancelleri, deputato all’Ars – abbiamo confezionato un bel cappotto agli avversari: 28 a 0; abbiamo vinto in tutti i collegi uninominali dell’Isola».

Ecco i 28 eletti del Movimento 5 stelle nei collegi uninominali siciliani:

SENATO

Steni Di Piazza (Palermo Resuttana-San Lorenzo), tra i curatori del progetto microcredito
Loredana Russo (Palermo-Bagheria), docente e musicista
Francesco Mollame (Marsala), ingegnere
Gaspare Marinello (Agrigento), dirigente dell’ospedale di Sciacca
Pietro Lorefice (Gela), ex assessore giunta Messinese a Gela
Grazia D’Angelo (Messina)
Tiziana Drago (Acireale), esponente dell’associazione Famiglie numerose
Nunzia Catalfo (Catania), senatrice uscente
Giuseppe Pisani (Siracusa), ex vicesindaco di Augusta

CAMERA

Aldo Penna (Palermo Resuttana San Lorenzo), imprenditore
Giorgio Trizzino (Palermo Libertà), direttore ospedale Civico
Roberta Alaimo (Palermo-Settecannoli), dipendente regionale
Vittoria Casa (Bagheria), ex segretaria del circolo Pd di Bagheria ed ex assessore in giunta Udc-dem
Giuseppe Chiazzese (Monreale), farmacista
Piera Ajello (Marsala), testimone di giustizia
Dedalo Pignatone (Gela), avvocato
Michele Sodano (Agrigento), ha studiato alla Bocconi e in Danimarca alla Copenhagen Business School, ha lavorato alle Nazioni Unite
Vita Martinciglio (Mazara del Vallo), avvocata
Francesco D’Uva (Messina), parlamentare uscente
Alessio Villarosa (Barcellona Pozzo di Gotto), parlamentare uscente
Andrea Giarrizzo (Enna), startupper
Laura Paxia (Catania), imprenditrice hi-tech
Simona Suriano (Misterbianco), assistente del gruppo parlamentare Cinque stelle all’Ars
Eugenio Saitta (Paternò), attivista M5s, è stato candidato al consiglio comunale di Scordia
Maria Lucia Lorefice (Ragusa), parlamentare uscente
Maria Marzana (Avola), parlamentare uscente
Paolo Ficara (Siracusa), dentista come il padre, vicino al deputato regionale Stefano Zito, attivista pentastellato dal 2012


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Risultato storico nei seggi assegnati col sistema maggioritario. A distanza di 17 anni dal 61 a zero, la coalizione di centrodestra si trova nel ruolo opposto. Vittorie con percentuali bulgare: comprese tra il 41 per cento a Palermo Libertà e il 62 per cento a Siracusa. Ecco chi sono gli eletti e le percentuali regionali. In aggiornamento

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Una festa di colori ha animato la mattinata della piazza centrale di Grammichele, in provincia di Catania. «Fai super la raccolta differenziata» è la frase sulle magliette – blu, rosse, verdi e gialle – di migliaia di studenti e studentesse delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado del territorio del Calatino. Tutti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Quannu è a siccu e quannu è a sacco (quando è troppo poco e quando è troppo). La Sicilia non ha moderazione. Si passa agevolemente, piroettando come ginnasti artistici sul cavallo con maniglie (dell’ammore), dalle mostre monstre di Manlio Messina a Cannes allo stand dell’assessorato ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana al Salone del Libro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]