Palermo, Corini potrebbe cambiare il sistema di gioco Mediana rinnovata, in avanti si cerca il vice di Brunori

La carica dei nuovi arrivi per risollevare il Palermo. È questa l’idea, non tanto segreta, che potrebbe sviluppare Eugenio Corini nei giorni che separano la truppa rosanero dal confronto del quarto turno di Serie B, al “Granillo”, con la Reggina.

Una sfida delicata, quella contro gli amaranto, perché, sebbene certamente lontana dal poter delineare bilanci, può però dare un impulso concreto a questa primissima parte di stagione, derubricando lo scivolone interno con l’Ascoli a mero incidente di percorso, anche naturale, vista la campagna acquisti in corso ed i tempi necessari all’affiatamento, o far suonare un primo campanello d’allarme.

L’intenzione dell’allenatore sembrerebbe essere chiara: spazio ai nuovi acquisti e virata tattica sul 4-3-3, che dovrebbe aiutare a lucidare l’argenteria palermitana. Una scelta incentrata sul rinnovo, pressoché totale, della mediana con Stulac e Segre, tra le note liete della serata con l’Ascoli, probabilmente candidati ad una maglia dal primo minuto, insieme all’atteso Dario Saric, che ha salutato nelle scorse ore proprio i marchigiani ed è arrivato in città in mattinata. Scelte spinte anche dagli acciacchi dei veterani, con Broh che ha subìto una distrazione muscolare al bicipite femorale destro. che lo escluderà sicuramente dalla sfida con i calabresi, nella quale non ci sarà neanche Nicola Valente, squalificato.

Nel calderone potrebbero essere rischiati da subito anche Davide Bettella, al centro della difesa, e quel Marco Sala che ha già preso le coordinate di Matteo Brunori nell’idea di recapitargli, sulla testa o tra i piedi, spunti interessanti da tradurre in gol. Un asse, quello tra i due, che del resto era stato già rodato qualche stagione fa all’Arezzo.

E a proposito di Brunori, la squadra mercato rosanero spenderà le ultime ore della sessione estiva per mettere a disposizione di Corini un vice dell’attaccante italo-brasiliano. Secondo quanto riportato oggi dal Giornale di Sicilia Rinaudo e Zavagno avrebbero sondato dapprima il nome di Mraz dello Spezia, per virare poi verso Daniel Ciofani, attualmente alla Cremonese, in Serie A, ma che ha costruito la parte migliore della propria carriera in cadetteria firmando la promozione dei grigiorossi lombardi nella scorsa stagione, ma anche quella del Frosinone quattro anni or sono.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]