Ti rissi no, il murale di Scalisi Palminteri contro la violenza di genere. «orgoglioso da uomo di poter prendere posizione»

L’artista palermitano Igor Scalisi Palminteri ha completato un murale a Cefalù, in provincia di Palermo, su una parete degli alloggi comunali di via Pietragrossa. L’opera, intitolata Ti Rissi No e finanziata dall’Amministrazione comunale all’interno di un più ampio progetto che lega l’arte alla riqualificazione urbana e a messaggi sociali, si erge come potente messaggio contro il femminicidio e la violenza di genere, affrontando con forza e sensibilità una questione attuale e di grande rilevanza sociale. Una presa di posizione ferma e chiara, Ti Rissi No, che si traduce nella figura che cattura l’attenzione con la sua peculiare combinazione di colori e immagini evocative. Un monito che trasmette un netto rifiuto della violenza contro le donne. L’opera d’arte agisce come un mezzo di espressione visiva contro il femminicidio, un dramma sociale che continua a influenzare molte comunità in tutto il mondo.

«Questo – racconta Igor Scalisi Palminteri – è un muro dedicato alle donne, alle ragazze, alle bambine vittime di femminicidio, vittime di violenza. Questo corpo non dipinto, pur non essendo morto, rappresenta tutto ciò che non è visto: non è visto il corpo di donna, non è vista la sua anima, il suo sentimento, quella parte che non riusciamo a vedere con questi occhi di uomini. Non riusciamo a vedere le donne, i loro diritti. Per questo ho deciso di utilizzare questo slogan coniato a Palermo dalle donne di Non una di meno dopo le tristi vicende dello stupro del Foro Italico, che è Ti rissi no. È questo grido che non riusciamo a sentire. Danilo Dolci diceva che Ciascuno cresce solo se sognato, mi verrebbe da aggiungere Ciascuna esiste solo se vista. Ma la donna che io non ritraggo non è una donna vittima, preda, ma è una donna straordinaria, libera di vestirsi come vuole, di andare dove vuole e di esprimere ciò che ha dentro. Che può fare qualsiasi lavoro, emancipata, che ha pari opportunità rispetto agli uomini». Il murale è stato realizzato combinando elementi simbolici e dettagli realistici per trasmettere un messaggio potente. La figura femminile dipinta da Scalisi Palminteri è forte e risoluta, simboleggia la resilienza delle donne e la necessità non soltanto di porre fine alla violenza di genere, ma di affermarsi con pienezza nella società.

«Da uomo – afferma l’artista – è chiaro che non potrò mai vivere e osservare dalla prospettiva delle donne cosa è stato negli anni, nei secoli, essere donna e cosa vuol dire oggi nelle diverse società. Ci sono delle sfumature, dei disagi, delle discriminazioni che le donne vivono che vanno oltre l’aspetto che più si vede: la violenza dagli uomini che hanno corpi più forti o il femminicidio stesso. Queste sono cose palesi, ma c’è un altro aspetto più subdolo, che riguarda ciò che la donna è costretta a sopportare ogni giorno nella vita quotidiana per il solo fatto di essere donna. E questo succede in Occidente, non parliamo di quei Paesi in cui la donna è letteralmente sottomessa».

«Sono orgoglioso, da uomo, di poter prendere posizione e lo faccio con un dipinto perché questo è il mio linguaggio – commenta Igor Scalisi Palminteri -. Sono felice di incontrare le scuole qui a Cefalù e del fatto che l’Architetto Salva Mancinelli, Assessore al Decoro urbano del Comune di Cefalù, abbia accettato la sfida di realizzare questo muro, che da donna si sia messa a progettare questo muro insieme a me e alla mia squadra. Da donna non ha esitato un attimo, ha immediatamente captato l’importanza e l’urgenza di questo tema. Spero che questo muro possa essere un contributo valido alla causa straordinaria delle donne». L’opera di Igor Scalisi Palminteri è una testimonianza visiva della necessità di promuovere la consapevolezza e di agire contro il femminicidio. Attraverso la sua arte, l’artista continua a dimostrare il potere unificante dell’espressione creativa nel combattere le ingiustizie sociali.

«Pensiamo sia estremamente significativo veicolare messaggi attraverso l’arte ma anche attraverso operazioni di riqualificazione urbana che valorizzino spazi urbani periferici rispetto al borgo antico della città – affermano il Sindaco di Cefalù Daniele Tumminello e l’Assessore Salva Mancinelli che ha curato i dettagli del progetto -. Già con la precedente amministrazione era stata intrapresa questa direzione, e infatti la via Cirincione collega visivamente il murale di Igor con un altro, doppio, dedicato alla sostenibilità ambientale e alla vocazione turistica della città, e un terzo murale verrà realizzato su un altro edificio di case popolari. Lasciare il segno, incidere nelle coscienze, valorizzare un quartiere periferico, promuovere l’arte e la bellezza è il senso di Ti rissi no».


Dalla stessa categoria

I più letti

L’artista palermitano Igor Scalisi Palminteri ha completato un murale a Cefalù, in provincia di Palermo, su una parete degli alloggi comunali di via Pietragrossa. L’opera, intitolata Ti Rissi No e finanziata dall’Amministrazione comunale all’interno di un più ampio progetto che lega l’arte alla riqualificazione urbana e a messaggi sociali, si erge come potente messaggio contro […]

L’artista palermitano Igor Scalisi Palminteri ha completato un murale a Cefalù, in provincia di Palermo, su una parete degli alloggi comunali di via Pietragrossa. L’opera, intitolata Ti Rissi No e finanziata dall’Amministrazione comunale all’interno di un più ampio progetto che lega l’arte alla riqualificazione urbana e a messaggi sociali, si erge come potente messaggio contro […]

L’artista palermitano Igor Scalisi Palminteri ha completato un murale a Cefalù, in provincia di Palermo, su una parete degli alloggi comunali di via Pietragrossa. L’opera, intitolata Ti Rissi No e finanziata dall’Amministrazione comunale all’interno di un più ampio progetto che lega l’arte alla riqualificazione urbana e a messaggi sociali, si erge come potente messaggio contro […]

L’artista palermitano Igor Scalisi Palminteri ha completato un murale a Cefalù, in provincia di Palermo, su una parete degli alloggi comunali di via Pietragrossa. L’opera, intitolata Ti Rissi No e finanziata dall’Amministrazione comunale all’interno di un più ampio progetto che lega l’arte alla riqualificazione urbana e a messaggi sociali, si erge come potente messaggio contro […]

L’artista palermitano Igor Scalisi Palminteri ha completato un murale a Cefalù, in provincia di Palermo, su una parete degli alloggi comunali di via Pietragrossa. L’opera, intitolata Ti Rissi No e finanziata dall’Amministrazione comunale all’interno di un più ampio progetto che lega l’arte alla riqualificazione urbana e a messaggi sociali, si erge come potente messaggio contro […]

Il noleggio a lungo termine conviene. Lo sanno le aziende e i liberi professionisti e, ormai, si tratta di una scelta sempre più condivisa anche dai privati. A volte, però, a frenarci può essere il dubbio di non trovare l’auto giusta per noi. Quella con le caratteristiche necessarie a renderci la vita più facile e […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]