Mazara, 30enne positiva al Covid partorisce quinto figlio L’Asp: «Una eccellente prova di grande professionalità»

Una 30enne di Mazara del Vallo, positiva al nuovo coronavirus e asintomatica, ieri pomeriggio ha dato alla luce il suo quinto figlio. Il bambino di tre chili e 400 grammi è nato all’ospedale mazarese Abele Ajello con un parto eseguito seguendo rigidi protocolli di sicurezza. Subito dopo il parto, sia la madre che il neonato sono stati trasferiti, a bordo di due diverse ambulanze – nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Cervello di Palermo, il centro di riferimento ostetrico per donne positive al Covid-19. 

La 30enne, arrivata nel presidio ospedaliero del Trapanese già in travaglio avanzato, è stata sottoposta sia al tampone rapido che a quello molecolare. Entrambi risultati positivi. Dati i ristretti margini di tempo, la paziente è stata trasportata in una sala parto attrezzata per affrontare la situazione. Assistita dalla ginecologa Rosalia Crescenti, dall’ostetrica Giovanna Tornatore e dalla neonatologa Lucia Sciacca, ha dato alla luce il suo quinto figlio

«Esprimo la mia personale soddisfazione per questo lieto evento avvenuto nell’ospedale di Mazara del Vallo – ha detto il commissario straordinario dell’Asp di Trapani Paolo Zappalà – ancora una volta si è trattato di un’eccellente prova di grande professionalità e preparazione dei medici che quotidianamente affrontano sul campo situazioni impegnative che richiedono la massima attenzione. Al tempo stesso – aggiunge Zappalà – è stata l’ennesima conferma dell’alto livello dei sistemi di controllo per il contenimento del Covid adottati nelle strutture ospedaliere aziendali, che consentono di affrontare qualunque emergenza nella massima serenità».


Dalla stessa categoria

Lascia un commento