L’approvazione del bilancio consolidato permette la stabilizzazione di 54 assistenti sociali

Il 2023 a Palermo si è aperto con 54 assistenti sociali stabilizzati. L’approvazione del bilancio consolidato del Comune ha permesso di fare festeggiare numerose famiglie che dopo anni hanno di precariato hanno raggiunto la stabilizzazione. «Abbiamo fatto un plauso – ha dichiarato Giuseppe Badaglia della Csa-Cisal – all’amministrazione Lagalla e al Consiglio Comunale per il grande senso di responsabilità che hanno mostrato giorno 31 rimanendo in Aula proprio per garantire questa approvazione».

Anche i capigruppo dei partiti di maggioranza Gianluca Inzerillo (Forza Italia), Giuseppe Milazzo (Fratelli di Italia), Dario Chinnici (Lavoriamo per Palermo), Domenico Bonanno (Democrazia Cristiana), Alessandro Anello (Lega) hanno ringraziato l’amministrazione, gli uffici e tutte le forze politiche presenti all’interno del Civico consesso per l’obiettivo raggiunto. «L’approvazione del Bilancio – prosegue Badagliacca – ha sbloccato la spesa per il Comune e salvato 54 posti di lavoro. Sono stati messi in salvo un milione e seicentomila euro che serviranno per l’aumento delle ore e per altre operazioni che l’Amministrazione ha già messo in campo». A beneficiare, infatti, del risultato sono anche 7 rendicontatori e alcuni lavoratori con contratto part-time. «Da parte del sindacato – continua – che ha seguito con attenzione insieme all’amministrazione questo percorso, perché fino al 31 dicembre alle ore 20 eravamo all’ufficio Personale dove 54 persone hanno sottoscritto il contratto passando da tempo determinato a tempo indeterminato, c’è la massima soddisfazione. Riteniamo come CSA-CISAL un grande risultato perché è stata data certezza a 54 famiglie e soprattutto alla città di Palermo».


Dalla stessa categoria

Lascia un commento