La guerra COM’E’. Dieci anni di Emergency

È gremito l’auditorium dell’ex monastero dei benedettini nonostante sia sabato pomeriggio e il caldo torrido, faccia desiderare un rinfrescante tuffo a mare. La conferenza di Gino Strada e Teresa Sarti, rispettivamente fondatore e attuale presidente di Emergency, catalizza l’attenzione di un pubblico desideroso di essere informato. L’associazione senza scopo di lucro  oramai dal 1994 fornisce assistenza medico-sanitaria gratuita ai feriti ed alle vittime del “flagello” della guerra, come lo stesso Strada la definisce.

 

L’evento è introdotto dal professore Nunzio Famoso (chiamato a sostituire il preside Pioletti trattenuto per improrogabili impegni fuori città) e da Don Pino Ruggieri, membro della Convenzione per la pace. Entrambi sottolineano l’importante ruolo svolto da Emergency nel fornire ausilio alle popolazioni colpite dagli orrori delle guerre e si dichiarano felici di aver finalmente potuto avere i suoi membri più importanti qui a Catania, luogo dove non erano ancora mai venuti, definendole come “voci forti, limpide e autorevoli della pace e della fratellanza umana”.

 

Proprio così esordisce Gino Strada, scusandosi per non essere venuto prima nella nostra città, con quella voce ferma e decisa che lo contraddistingue e che gli fa descrivere con un po’ di sano cinismo, quali siano le tristi condizioni del mondo in cui viviamo. Emergency si sta attivamente impegnando per dare attuazione ai diritti umani per chi soffre le conseguenze sociali di guerre, fame, povertà, emarginazione. E’ ammirevole come quest’associazione, sorretta dalle donazioni volontarie di comuni cittadini, sia ramificata nelle zone del nostro pianeta che necessitano il suo operato di assistenza medico-chirurgica alle vittime dei conflitti armati. Grazie ad Emergency, infatti, sono stati creati numerosi centri ospedalieri gratuiti dove le fasce più disagiate della popolazione, possono ricevere cure che nulla hanno da invidiare a quelle di molti nosocomi dell’occidente “civilizzato”. Come lo stesso fondatore confessa alla platea, infatti, uno degli obiettivi dell’associazione è proprio quello di elevare gli standard qualitativi dell’assistenza medica nei paesi del Terzo mondo che, oltre ad essere scarsa, è spesso molto costosa.

 

Ma non è finita qui: come giustamente evidenzia Strada, la risoluzione del problema non si limita alla fornitura di adeguate cure mediche, ma deve andare necessariamente oltre, cercando di provvedere al reinserimento nella società di coloro che avendo subito una grave menomazione credono di non poter essere utili alla comunità. Ecco quindi che, dopo un adeguato periodo di riabilitazione, nei centri Emergency vengono organizzati dei corsi (con tanto di attestato finale) in cui i pazienti possono imparare un mestiere e rendersi dunque completamente autosufficienti: cuochi, falegnami, artigiani, tutti vengono organizzati in cooperative che poi trovano una loro collocazione nel mondo lavorativo.

 

Dopo l’intervento di Gino Strada, Teresa Sarti descrive il lavoro dell’associazione, ricordando come si possa concretamente aiutare la causa di Emergency e quale siano le attività a livello locale che possano essere di supporto all’associazione. La conferenza si chiude con le domande dei presenti, alle quali i due rispondono con molta cortesia e partecipazione, ed un pensiero rivolto dal professore Famoso a Clementina Cantoni ancora nelle mani dei suoi rapitori in Iraq.

 

La sala lentamente si svuota e si notano molte persone ammassarsi in direzione del banchetto allestito per raccogliere adesioni e fornire ulteriori informazioni su Emergency e sul suo operato. 

 

 

Per ulteriori informazioni:

www.emergency.it

 

 

Chi inoltre desiderasse aiutare localmente la causa di Emergency può recarsi tutti i mercoledì nella parrocchia di S. Pietro e Paolo alle ore 18 dove si tengono le riunioni dei membri dell’associazione.

 

Contatti:

Telefono: 349/6446461
Cell.: 348/5466769
emergencycatania@virgilio.it

 

GALLERIA FOTOGRAFICA


Dalla stessa categoria

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]