Jane Campion

Prima proiezione del mattino. “In The Cut”. Ogni giornata di festival propone la propria lezione, il cinema si fa regista di se stesso, l’occhio indiscreto, magico, taglia il mondo in due e trasversalmente attraversa emisferi e paralleli sconosciuti.
Giovedì mattina: benvenuti in Nuova Zelanda, vi presento Jane Campion. Titoli di coda, fine del film. Ci si guarda intorno, spauriti, ansiosi, è appena terminato “In The Cut”, difficile da digerire alle prime ore del mattino. Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Susanne Moore, è un vortice ad alta intensità erotica, a tratti invadente, spiacevole, poca suspense, ritmo lento, tanta sensualità.
Meg Ryan, è un insegnante d’inglese, pudica, riservata, l’incontro con un detective conosciuto dopo un interrogatorio le sconvolgerà l’esistenza, inizia una relazione, erotismo allo stato puro, un percorso nei sobborghi dell’esistenza, nei lati più fragili, bui.
Entra  Jane Campion, treccine bionde a cadere su entrambe le spalle, viso delicato, pelle chiara, rassicurante, sguardi materni, e sandali neri come calzari
“In The Cut”  svia l’ immagine reale della regista, in presenza ha poco di femminile, in compenso tanta grazia e talento da vendere. Magia della messinscena.
Nel 1993 è la prima donna a vincere la palma d’oro a CANNES con “Lezioni di piano”, guadagna un Oscar per la stessa sceneggiatura e d’ora in poi è solo cinema, di talento, al femminile, ad occuparle la vita.
Si sofferma sui particolari meno consueti che precedono le prove, entra dentro i suoi personaggi, ne svela fragilità, caratteri, pensieri.
“Gli attori sono vulnerabili, nevrotici” impossibile dirigerli, il ruolo del regista è vincere questa sfida ”Obiettivo, ispirare fiducia, essere dei buoni ascoltatori” il gioco è fatto, questa la ricetta di Jane Campion, calarsi come un terapeuta dentro gli attori , ricavarne la parte sublime.
“Lezioni di piano”, film magistrale ha nel cast un attore tanto bravo quanto iracondo, suscettibile, Harvey Keitel, Campion lo ha calmato, rendendolo se stesso, semplicemente dando carta bianca sul suo personaggio, sulla sceneggiatura, in breve, libertà d’espressione.
L’inventiva, l’originalità di una sceneggiatura perfetta, risiede nella “volontà di lasciare che gli attori si aprano al film lentamente, con tempi e spazi strettamente personali”.
È cosi nasce una delle scene più sensuali, raffinate, sublimi di “Lezioni di piano”: Harvey Keitel sfiora per la prima volta Ada, il tempo, i movimenti, le sensazioni emergono “ li ha scelti proprio lui”, una scelta intima. Unica.
La “leadership” è in mano al regista, a lui spetta il compito di congiungere, promuovere relazioni durature nel set, creare inferenze positive, in “The Cut” si articolano due relazioni parallele, storie contigue di due detective e due sorelle, Jane Campion  invita i “suoi figli a scambiarsi regali, scriversi sensazioni, diventare, in pratica, intimi, il personaggio si fonde in un ‘unica grande personalità, sul set che fuori”.
La lezione è didascalica, di introspezione, non divaga sui contenuti, laconica prosegue la sequenza dei suoi personaggi. Nicole Kidman sua “figlia prediletta”.
In sala si svela un retroscena, anni fa, agli esordi promise ad una bambina poco più che 14enne che l’avrebbe chiamata con sé al primo grande film.
La  bambina cresce, diventa una brava attrice, una donna: Nicole Kidman, la promessa è mantenuta. Si gira “Ritratto di Signora” un successo, poi insieme come produttori, ultimo proprio “In the Cut”.
La sala applaude timidamente.
Il nastro di questa giornata si riavvolge intorno all’una, a tempo finito, rimane il ricordo di essere stati dentro set “virtuali”, a braccetto con quanti da anni hanno solo un nome, un’ immagine fittizia, da copertina, ognuno porta una storia, una fragilità, gli attori, sono in fondo lo specchio del cinema: finti ma reali.   


Dalla stessa categoria

I più letti

Prima proiezione del mattino. “In The Cut”. Ogni giornata di festival propone la propria lezione, il cinema si fa regista di se stesso, l’occhio indiscreto, magico, taglia il mondo in due e trasversalmente attraversa emisferi e paralleli sconosciuti. Giovedì mattina: benvenuti in Nuova Zelanda, vi presento Jane Campion. Titoli di coda, fine del film. Ci si guarda […]

Prima proiezione del mattino. “In The Cut”. Ogni giornata di festival propone la propria lezione, il cinema si fa regista di se stesso, l’occhio indiscreto, magico, taglia il mondo in due e trasversalmente attraversa emisferi e paralleli sconosciuti. Giovedì mattina: benvenuti in Nuova Zelanda, vi presento Jane Campion. Titoli di coda, fine del film. Ci si guarda […]

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]