Ghiaccio che passione

Parla con il linguaggio del corpo, sempre accompagnata da un sorriso raggiante, sembra che abbia le ali ai piedi. Tutte le volte che indossa i pattini, i suoi occhi brillano di una luce che rende brillante le sue performance. E’ la stella italiana del pattinaggio su ghiaccio. Conquistando un ruolo importante nella storia del pattinaggio su ghiaccio, il 19 marzo 2005 ha regalato all’Italia)  il podio mondiale, dopo 27 anni di lunga assenza (Susan Driano, Ottawa ’78), ottenendo la medaglia di bronzo con un punteggio pari a 200.56. L’Italia urla con orgoglio il suo nome: Carolina Kostner.
Prima ai Campionati Italiani Junior del 2001, prima al Nepela Memorial del 2002, nona allo Skate America del 2003, settima alla Cup of Russia del 2004, settima ai Campionati Europei del 2005: questo ed altro è Carolina Kostner. Ma chi è Carolina Kostner fuori della pista? Chi si nasconde dietro quell’aria da campionessa? Cerchiamo di scoprirlo.
Carolina Kostner, nasce l’8 Febbraio 1987, da una famiglia di veri talenti. La madre era una pattinatrice su ghiaccio; il padre è l’allenatore di una squadra di Hockey su ghiaccio. Come volevasi dimostrare, Carolina è nata sul ghiaccio, è lì che ha mosso i primi passi ed è lì che ha incominciato a sperare in quel sogno.
Al di là delle piste, Carolina è una semplice ragazza di diciotto anni con i gusti e le passioni di una semplice diciottenne. Studentessa ad Oberstdorf, in Baviera, frequenta il liceo linguistico, dove divide la sua giornata tra le lezioni e gli allenamenti di pattinaggio, seguiti dalla mano prodigiosa dell’allenatore Michael Huth e dalla coreografa Megan Smith.
E’ una ragazza molto dolce, dalla voce pacata, i suoi occhi scuri esprimono tenerezza e una solarità pronta ad inondare, grazie al loro carisma, chi li circonda, ha una gran passione per i peluche che di continuo riceve dai suoi fan.

Proprio come una semplice diciottenne, anche lei si diletta nel leggere un buon libro, andare al cinema o uscire con gli amici. Ama molto ascoltare la musica dei “The Calling” e dei “The Cranberries”, ma segue anche Zucchero e
Nelly Furtado. Il suo attore preferito è Freddy Prinz Jr, ma segue anche Tom Cruise visto l’ottima interpretazione in “Last Samurai”, non per nulla il suo film preferito. E’ una ragazza molto indipendente e coraggiosa, basti pensare che a soli 14 anni ha lasciato il suo paese, per recarsi in Baviera dove studia e si allena. In assoluto, la sua colonna sonora preferita e portante, che l’ha accompagnata verso la sua straordinaria esibizione, è “Fly” di Celin Dion.

Carolina ama allenarsi più che gareggiare, ed è lei che sceglie le musiche per i propri esercizi, “Si parte da un’idea da realizzare – dice Carolina parlando della musica da scegliere – poi la mia coreografa, la mia maestra di balletto ed io passiamo ore nei negozi di cd ad ascoltare più brani musicali. In pista li si prova su un pezzo del programma e magari non ci convincono. E allora altre ore ad ascoltare musica!”.
Insomma, una ragazza che sa il fatto suo, sa cosa vuole nella vita e per il suo futuro. All’insegna del suo motto: Just do it!

Lucia Manuela Mannile


Dalla stessa categoria

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]