I progetti per “Ricucire i lembi urbani” di Adrano, Biancavilla e Santa Maria di Licodia

Mend It. Ricucire lembi urbani. È questo il titolo dell’evento organizzato dalla fondazione e dall’ordine degli architetti di Catania che si terrà venerdì 17 febbraio a partire dalle ore 17 al centro fieristico Le Ciminiere di Catania (in viale Africa, 12) nella sala P.T. del padiglione E4. Al centro c’è un percorso progettuale – in linea con il Pnrr – per superare le criticità dei collegamenti tra i paesi pedemontani e la città di Catania ideato e organizzato dalla fondazione e dall’ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori etnei, Fce e dai comuni di Adrano, Biancavilla e Santa Maria di Licodia. L’obiettivo è di analizzare le aree dismesse delle fermate della Circumetnea dei tre Comuni. Passeggiate con gli stakeholders, seminari su riqualificazione e dibattitti sulla rigenerazione, sopralluoghi con professionisti, docenti e visiting internazionali che hanno accompagnato nel loro percorso progettuale i giovani della struttura didattica speciale di Architettura di Siracusa, negli scorsi mesi hanno animato le tappe propedeutiche al workshop che sarà moderato dalla giornalista di MeridioNews Marta Silvestre

Un evento che vedrà la presentazione dei progetti nati con lo scopo di migliorare l’estetica, ma soprattutto di spingere la destinazione d’utilizzo di aree a vocazione turistica, accendendo i riflettori su un tratto che interessa diversi chilometri che ruotano attorno alle aree dismesse della ferrovia e analizzando il loro impatto sul paesaggio. Il convegno mira infatti a individuare soluzioni ecosostenibili di collegamento dell’area pedemontana, proponendosi come volano per una pianificazione futura di sviluppo. A introdurre l’incontro sarà la presidente della fondazione Ordine degli architetti di Catania Eleonora Bonanno. Dopo i saluti istituzionali del vicepresidente etneo dell’ordine degli architetti Giovanni Lucifora, dei sindaci di Adrano (Fabio Mancuso), Biancavilla (Antonio Bonanno) e Santa Maria Di Licodia (Giovanni Buttò) e del presidente di Fce Salvatore Fiore, si passerà nel vivo dell’incontro. Con la presentazione dei lavori dei tre gruppi: Adrano (Francisco Leiva Ivorra / Grupo Aranea), Biancavilla (Piero Bruno / Bruno Fioretti Marquez Architect), e Santa Maria di Licodia (Vincenzo Riso / Università do Minho) e i docenti dell’Sds di Siracusa Fernanda Cantone, Francesco Castagneto, Fabrizio Foti, Carlo Palazzolo e Luigi Pellegrino.

Al dibattito prenderanno parte la dirigente della Soprintendenza ai Beni culturali Irene Donatella Aprile, il commissario dell’ente Parco dell’Etna Enzo Spartà, il direttore generale dell’Arpa Sicilia Vincenzo Infantino, il commissario straordinario di Catania Piero Mattei. E poi ancora il direttore del dipartimento di Ingegneria civile e Architettura Matteo Ignaccolo, il presidente della Scuola di specializzazione di Architettura di Siracusa Fausto Carmelo Nigrelli, il direttore del dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente Mario D’Amico, il presidente Consiglio nazionale degli architetti Francesco Miceli, il coordinatore della federazione architetti Sicilia Alessandro Amaro, il presidente dell’ordine degli ingegneri di Catania Mauro Scaccianoce, il presidente etneo della fondazione ordine degli ingegneri Filippo Di Mauro, il presidente di Ance Catania Rosario Fresta, la presidente dell’associazione italiana architettura del paesaggio Antonella Bondì, Mariagrazia Leonardi di InArch Sicilia, il presidente dell’istituto nazionale di Bioarchitettura Dario Antignano, il presidente dell’istituto nazionale di Urbanistica Giuseppe Trombino e il presidente etneo di Fiab (Federazione italiana ambiente e bicicletta) Marco Oddo.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]