Escort Advisor, sito per recensire sesso a pagamento Catania la città con più offerta, Enna la meno visitata

Nove province, 1918 escort, delle quali più della metà concentrate a Catania e Palermo. Almeno stando al portale Escort Advisor, che – come lascia intendere il nome, che ricalca il più noto TripAdvisor – pubblica le recensioni degli utenti sulle prestazioni sessuali ottenute a pagamento. Con qualche divagazione sull’ambiente e la location: «La stanza è ben climatizzata», commenta Alex. «Molto difficile il parcheggio», aggiunge un utente registrato col nome di Tantoper. Entrambi valutando le prestazioni di Sarita, 26 anni, colombiana, che riceve a Palermo, nella zona dell’Ucciardone, in un condominio «molto noto a noi dell’ambiente».

Nella classifica delle città più goderecceCatania batte il resto della Sicilia: con 648 professioniste registrate è il capoluogo etneo a farla da padrone nelle ricerche, e nelle recensioni, dei siciliani. A seguire Palermo (489 escort), Messina (223), Siracusa (142), Trapani (123), Ragusa (117), Agrigento (92), Caltanissetta (69) ed Enna (15). Una classifica che riflette, in parte, anche quella di soddisfazione dei clienti. A Enna allo stesso numero di telefono rispondono, di volta in volta, donne diverse. «Premetto che con lo stesso numero ogni settimana cambiano le ragazze – interviene un ennese – Ho avuto esperienze altalenanti». E un «collega», così si definiscono tra loro i frequentatori abituali del forum, gli dà manforte poco dopo.

«Poco social, niente extra, VU buttata». Un altro utente insoddisfatto. Il «social» è il tempo che si passa a socializzare con la escort, parlando del più e del meno. Gli extra sono tutto quanto non incluso in una prestazione tradizionale (per esempio la possibilità di concludere il rapporto senza preservativo). E «VU» sta per «velocità urbana»: cinquanta chilometri orari, cioè cinquanta euro. Il costo base di un appuntamento con una escort. Al quale poi si possono aggiungere le rose: venti o trenta, di solito, come gli euro da sommare alla tariffa più bassa. Per una Gfe, girlfriend experience, vale la pena spendere un po’ di più: è quando il rapporto è intimo, come se lei fosse una fidanzata.

Il linguaggio è volutamente difficile da capire per i non addetti ai lavori. Escort Advisor offre un sommario in pdf, che spiega tutte le sigle più usate sul forum: «Non si va su Rai2», per esempio, significa che il secondo canale è proibito: niente sesso anale. «Lei è bella ma non balla – scrive U cumpari, che recensisce una 25enne sudamericana che riceve a Ragusa – Le do tre stelle, ma solo per invogliarla a fare di più. Sarebbe un must». «Una curiosità – interviene Uomo ibleo sotto al profilo di una giovane orientale – Alla fine del rapporto vi offre le caramelle: vari gusti di frutta o alla menta».

Gentilezze che non tutte usano. «Sono stato da lei alcune volte, ma il tempo l’ha cambiata e sta diventando furbetta», si lancia in un’analisi Max60, catanese. È arrabbiato perché Bianka, agrigentina, si fa baciare sulle labbra controvoglia e non avrebbe rispettato gli accordi presi per telefono. «Mi ha deluso profondamente – conclude – Tutto posso accettare, ma non le furberie. Non tornerò più». E per conferma le dà una sola stellina. Stessa valutazione spetta a una ragazza ungherese sulla trentina, che riceve a Catania. «Troppo chiacchierona», dice Moretto. Lui, del resto, sembra preferire le escort locali. «Merita più visite e va trattata bene – precisa di una donna che riceve nel Catanese, ad Aci Castello – Se proprio devo trovare un neo, dovrebbe dire meno volte “gioia».


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Il nome ricalca il più famoso TripAdvisor, ma i servizi offerti sono di tutt’altra natura. Nelle nove province siciliane sono registrate 1918 professioniste del sesso, delle quali più della metà concentrate nei due capoluoghi più grandi. I clienti comunicano tra loro in codice, scambiandosi consigli e opinioni

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]