E’ giovane la notte alla Cittadella

Non saranno stati in quindicimila, come qualcuno dell’organizzazione affermava, ma erano davvero  in tanti coloro che assiepavano lo slargo antistante la facoltà di Ingegneria. Sarà stato per la mite serata primaverile, sarà stato per la contemporanea presenza dei giovani atleti provenienti da tutte le Università italiane, fatto sta che la Cittadella Universitaria, ieri sera era tutta un brulicare di giovani coinvolti dallo spettacolo che ha chiuso la settima edizione della rassegna MusicAteneo.

 

Le due serate precedenti erano state caratterizzate dalle esibizioni di dodici gruppi emergenti alla scalinata Alessi, storico ritrovo serale dei giovani catanesi. Quella di ieri, invece, ha visto esibirsi affermati protagonisti della musica italiana: Mario Venuti, Tinturia e Sugar Free.

Un pubblico attento, curioso e coinvolto che, ha riservato ai tifosi del Milan cori sfottò ed improbabili ritornelli di canzoni dei Beatles, ha applaudito il quattordicesimo scudetto consecutivo di pallanuoto, vinto dalle ragazze dell’Orizzonte Catania, ha intonato le celebri note di una canzone di Franco Battiato che, suo malgrado, è forse davvero il cantautore di un’intera città come Carmen Consoli ne è la “cantantessa”.

 

La serata è stata aperta da Mario Venuti, nella sua ultima esibizione, prima di incidere il nuovo album. Il suo spettacolo è durato poco meno di un’ora, scandito da canzoni più o meno note. Ha esaltato gli spettatori, che lo hanno accompagnato, quando ha cantato “Mai come ieri”, celebre duetto con Carmen Consoli, collaborazione nata da una felice intuizione di Francesco Virlinzi.

Dopo Mario Venuti è stata la volta dei Tinturia, giovane band agrigentina. Il pubblico salta ad ogni loro canzone, il pubblico è scalmanato, il pubblico applaude quando Lello Analfino, cantante dei Tinturia, non cela il suo orgoglio siciliano, il suo orgoglioso disagio di essere siciliano, davanti giovani provenienti da tutte le parti d’Italia. E, come per magia, dal pubblico appare un cartellone: un asso di bastoni, un asso di briscola, con su scritto, “Made in Sicilia”.

 

La serata continua con la performance dei Sugar Free, giovane band catanese. Fino ad un anno fa suonavano cover nei locali del centro storico, oggi sono richiesti in tutta Italia, rilasciano decine di interviste, caratterizzano la programmazione di MTV. La loro “Cleptomania” è stato il tormentone degli ultimi mesi, il loro nuovo album vuole essere il tormentone dei prossimi mesi. “Quanti hanno comprato l’album?” chiede Matteo, cantante dei Sugar Free: nessun braccio alzato. “Quanti hanno masterizzato l’album?”: quasi tutti alzano il braccio.

La serata si conclude con il giusto tributo ai vincitori della sfida delle precedenti serate: entrambi catanesi, al secondo posto si sono piazzati i CT Lab, al primo posto i Delirium Tremens ai quali è stata riservata, inoltre, la possibilità di incidere un singolo presso una prestigiosa sala di incisione milanese.


Dalla stessa categoria

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]