Catania SSD, fuori casa sono tre i pareggi consecutivi. Oggi giornata di riposo, domani la ripresa degli allenamenti

Il terzo pareggio esterno consecutivo non ha lasciato in casa Catania SSD particolari sensazioni negative.

Il campo di San Cataldo ha confermato le sue insidie soprattutto dal punto di vista ambientale per la squadra rossazzurra e questo lo si è notato sin dal pre-partita con l’influenza dei tifosi di casa, che hanno certamente approfittato degli spalti a ridosso del campo per caricare i propri giocatori, spesso fin troppo nervosi dentro e fuori dal rettangolo di gioco.

Per tutto il primo tempo la Sancataldese ha giocato con uno spirito senza dubbio ai limiti del consentito e a farne le spese è stato il tecnico dei nisseni, cacciato dal direttore di gara poco prima della pausa.

Il goal del vantaggio della squadra di casa è stato comunque meritato, al di là della leggerezza difensiva della formazione etnea, che si è fatta infilzare come difficilmente si era visto finora in questa stagione.

Il gol del pari del Catania SSD è stato rocambolesco, sebbene fortemente voluto, ma il goal di Somma ha sicuramente contribuito a restituire serenità alla squadra di Ferraro, che nella ripresa non ha avuto la forza di affondare il colpo del sorpasso.

Si spera che le ventiquattro ore di riposo di oggi possano permettere ai rossazzurri di recuperare un po’ di lucidità, perché da domani si ricomincerà a pedalare sul campo d’allenamento di Ragalna per iniziare a preparare il match in programma domenica alle 14:30 al Massimino contro il Real Aversa.

Foto Catania SSD


Dalla stessa categoria

Lascia un commento