Calcio Catania, primo esame in trasferta per Lucarelli Rossazzurri incerottati, a Catanzaro servono risposte

Un Cristiano Lucarelli come sempre schietto e diretto introduce a modo suo la gara tra Catanzaro e Catania: quella con i calabresi, in scena stasera in Calabria, può rappresentare lo spartiacque di una stagione che finora ha costretto i tifosi a ingoiare troppi bocconi amari, soprattutto lontano dal Massimino. Le molte assenze, per il tecnico livornese, non devono essere un alibi. Concetto ribadito a chiare lettere nella conferenza stampa pre-partita di Torre del Grifo. «Non ci sono gerarchie: chi vuole giocare me lo deve dimostrare. Chi corre forte e tiene alla causa rossazzurra gioca e basta. Tutti avranno la loro chance», ribadisce con forza l’allenatore.

L’augurio di Lucarelli è quello di evitare il disastroso inizio di gara visto contro la Leonzio domenica scorsa. «Spero che la squadra abbia capito come approcciare bene la partita. Dobbiamo crescere sotto tanti aspetti: uno di questi – ribadisce il mister – è di arrivare pronti al calcio d’inizio». Tutti, poi, devono sentirsi in discussione, anche chi veste una maglia pesante come la numero 10. «Lodi lo gestisco in base alle esigenze della squadra. Ci sono valutazioni – insiste il tecnico – che dobbiamo fare per l’interesse del Catania, come per ogni altro calciatore». In calce, poi, una considerazione emblematica dello spirito che l’allenatore vuole vedere in campo: «Non ho voglia di fare cinque ore di pullman per perdere, domani voglio fare risultato e spendere tante energie».

Dall’altra parte ci sarà un Catanzaro che attraversa una situazione simile a quella dell’Elefante. I giallorossi hanno un solo punto in più degli etnei, nonostante le grandi ambizioni iniziali. Anche la società calabrese ha deciso di cambiare guida tecnica: dal siciliano Gaetano Auteri a Gianluca Grassadonia. Nome, quest’ultimo, spesso accostato al Catania. I risultati, in realtà, non hanno portato alla svolta desiderata, con un ko, una vittoria e due pareggi nelle ultime cinque gare. «Hanno la rosa più completa – ha detto Lucarelli sui giallorossi – tra le squadre che ambivano alla vittoria. Quando si hanno molte pressioni, però, è difficile: ci sono molte squadre forti, c’è la possibilità di rimanere attardati. È una gara in cui ci toccherà essere camaleontici – ribadisce il mister – e bravi a cambiare pelle in corsa».

Il messaggio è chiaro. A prescindere dall’undici iniziale, gli uomini in panchina avranno un ruolo importante: è anche lecito attendersi eventuali cambi di modulo, a seconda dell’andamento della gara. Le assenze sono tante e pesanti: Luca Calapai, Moise Mbende, Mattia Rossetti, Lorenzo Saporetti, Vincenzo Sarno e Nana Welbeck sono fuori causa, così come lo squalificato Jacopo Dall’Oglio. Lucarelli, però, ha i mezzi per mutare il volto della squadra a partita in corso. Non vai poi dimenticato che anche il Catanzaro dovrà fare a meno di due pezzi da novanta come la punta Salvatore Bianchimano e il centrocampista Carlo De Risio. «Cercheremo i duelli in mezzo al campo, cercando di vincerne il più possibile»: ecco il piano di battaglia del condottiero etneo Lucarelli, con la speranza di ripetere la strabiliante vittoria ottenuta proprio al Ceravolo un anno e otto mesi fa. 

Probabili formazioni
Catanzaro (3-5-2): Di Genaro; Martinelli, Signorini, Pinna; Statella, Casoli, Risolo, Tascone; Nicastro, Kanoute. Allenatore: Grassadonia.
Catania (3-5-2): Furlan; Silvestri, Biagianti, Esposito; Barisic (Biondi), Biondi, Bucolo (Lodi), Rizzo, Pinto; Mazzarani, Di Piazza. Allenatore: Lucarelli.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]