Atletica, Zoghlami terzo nei 3000 siepi a Hérouville «Risultato che dà fiducia, voglio tornare al massimo»

Altro risultato di prestigio per Ala Zoghlami, l’atleta del Cus Palermo che continua a far parlare di sé. Il classe ’94, infatti, ha conquistato un ottimo terzo posto nella gara della sua specialità, i 3000 siepi, nel corso del meeting organizzato a Hérouville, piccola località francese che si trova a una trentina di chilometri da Parigi. Il cussino ha dunque conquistato il gradino più basso del podio, chiudendo la gara con il tempo di 8 minuti 39 secondi e 51 decimi, arrivando alle spalle di due atleti marocchini, il vincitore Mounaime Sassioui che ha chiuso davanti a tutti con il proprio personal best di 8’ 31’’63 e Mohamed Errachidi che ha concluso con il tempo di 8’ 39’’ 16, una manciata di decimi davanti all’italiano. E per l’atleta allenato da Gaspare Polizzi questo tempo è una base solida per vivere una seconda parte di stagione da vero protagonista, anche insieme al gemello Osama Zoghlami che come lui corre nella sua specialità.

Una prestazione da tenere in considerazione per Ala Zoghlami, che con questo risultato ritocca ulteriormente il suo miglior tempo stagionale firmato ai CdS (Campionati di Società) che si erano svolti a Messina e, soprattutto, che arriva dopo aver superato un piccolo infortunio al ginocchio: «Questo risultato mi dà fiducia – spiega ai canali ufficiali della società giallorossonera –. Adesso mi sto allenando bene dopo aver superato un problema al ginocchio. La gara era impostata nel modo giusto, con passaggi previsti in 2:50 e 5:39, però mi sono mancati gli ultimi due giri. Devo lavorare sull’ultima parte di gara per tornare di nuovo al massimo».

E come se non bastasse, direttamente dalla Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) arriva una bellissima notizia per il classe ’94. Ala Zoghlami entra ufficialmente nelle Fiamme Oro Padova, gruppo sportivo militare che rappresenta il sogno di ogni giovane che pratichi atletica leggera. Grande felicità da parte sua appena appresa la notizia: « Sono felicissimo. È un punto di partenza per la mia carriera da atleta. Adesso sono un professionista a 360 gradi. Da piccolo realmente sognavo di essere un poliziotto e oggi è accaduto. Onorerò al meglio di me stesso questi colori e questo corpo». E infine ecco il ringraziamento alla società che lo ha fatto crescere nel corso di questi anni: «Devo dire grazie a tutto il Cus Palermo, una famiglia meravigliosa, in cui mi sento a casa dal primo giorno. Il ringraziamento più grande va a Gaspare Polizzi, il mio allenatore».


Dalla stessa categoria

Lascia un commento