Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Concorsi, modificato il bando dei Centri per l'Impiego
Termini prorogati e tolta riserva per personale interno

Sulla questione era intervenuto Cobas-Codir, che aveva fatto notare come la quota di partecipazione del 30 per cento prevista nella selezione al personale già impiegato era già stata abrogata. Ma il sindacato rilancia: «Adesso avviare anche i bandi per dipendenti»

Redazione

Si parla già di 200mila istanze presentate per uno dei concorsi definiti tra i più grandi svolti mai in Sicilia che prevede l'assunzione di 1170 dipendenti a tempo indeterminato nei Centri per l'impiego dell'Isola. Tuttavia l'iter della prova si allungherà. La Regione, proprio in queste ore, su segnalazione del sindacato Cobas-Codir e su proposta dell'assessore alla Funzione pubblica Marco Zambuto, ha eleminato la previsione della riserva per il personale interno all'amministrazione regionale e ha prorogato i termini per la presentazione delle istanze: la scadenza era fissata il 28 gennaio. 

Il bando, pubblicato lo scorso dicembre sulla Gazzetta ufficiale, secondo la sigla sindacale era a rischio invalidità e rischiava di generare diversi ricorsi. Il punto contestato tra le voci della selezione era la quota del 30 per cento riservata a chi già lavora negli uffici regionali. Il sindacato ha fatto notare che la misura, il comma 1-bis dell'articolo 52, non è più prevista dopo essere stata abrogata dall'articolo 3 del decreto legge 80/2021. Una delle alternative proposte dal sindacato è quella di istituire una procedura per permettere a tutti coloro che sono già impiegati di poter ambire a un avanzamento di carriera. 

Ottenuta l'eliminazione del 30 per cento degli interni da questo bando, i sindacati infatti annunciano «azioni legali e la mobilitazione dei lavoratori contro quello che sarebbe uno scippo perpetrato nei confronti dei lavoratori». Secondo Cobas-Codir doveva essere istituito un concorso per un cambio generazionale e una possibile di intraprendere una carriera a chi non ce l'aveva mai avuta. Allo stesso tempo non avrebbe dovuto essere negata la possibilità di avanzamento per il personale interno.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×