Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Licata, due uomini hanno perso le mani per i botti
Entrambi ricoverati in ospedale, indagini in corso

Di tratta di un ventenne e di un sessantenne dell'Agrigentino. Il giovane si trova nell'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento; mentre l'uomo è nel reparto di Chirurgia del nosocomio licatese San Giacomo d'Altopasso

Redazione

Due persone di Licata (in provincia di Agrigento), un ventenne e un sessantenne, hanno entrambi perso una mano a causa dei botti di fine anno

Il sessantenne si trova ricoverato nel reparto di Chirurgia dell'ospedale San Giacomo d'Altopasso a Licata. Insieme ad altri due componenti della propria famiglia, l'uomo era intento a lanciare petardi dal balcone della propria abitazione.

Il giovane, invece, è stato trasferito, già durante la notte, all'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento dove rimane in prognosi riservata. Il ragazzo si trovava per strada quando è rimasto ferito dall'esplosione (che oltre all'amputazione della mano sinistra, gli ha provocato anche ferite plurime). Nessuno dei due uomini è in pericolo di vita. Intanto continuano le indagini da parte delle forze dell'ordine.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×