Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Oasi Troina, a stuprare la disabile un operatore sanitario
Un 39enne ha confessato, gli abusi durante il lockdown

In seguito alla violenza sessuale, la donna, che soffre di gravi patologie, è rimasta incinta. L'uomo era entrato nella struttura sanitaria dopo essersi detto disponibile a dare una mano ai colleghi nel periodo più duro dell'epidemia di Covid-19

Simone Olivelli

A violentare la giovane disabile ricoverata nell'Oasi di Troina è stato un 39enne. L'uomo è stato arrestato dalla polizia di Enna, dopo avere confessato lo stupro. I fatti sono accaduti durante il lockdown, proprio quando la struttura sanitaria dell'Ennese era finita sotto i riflettori per essere il principale focolaio di contagi da Covid della Sicilia

Il 39enne è un operatore sanitario che aveva chiesto di entrare all'Oasi per dare una mano ai colleghi. In seguito a quegli abusi la vittima, che soffre di gravi patologie, è rimasta incinta. Dalle indagini è emerso che nessuno dei responsabili della struttura si era accorto della gravidanza. 

Al 39enne gli investigatori sono arrivati in seguito all'esame del dna, dopo che il personale in servizio nella struttura - gli unici a poter accedere all'Oasi durante il lockdown - è stato sottoposto al prelievo di campioni salivari. L'uomo è stato portato in carcere.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×