Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Migranti fuggono da struttura a Porto Empedocle
Capienza di 100 persone ma dentro erano in 520

La sindaca Ida Carmina (Movimento 5 stelle) nelle scorse ore aveva lanciato un appello perché si svuotasse l'area. Le ricerche sono state avviate da carabinieri e polizia. «Qui deve intervenire il governo», dice la prima cittadina

Redazione

Foto di: oim

Foto di: oim

Dopo il caso dei migranti che hanno tentato la fuga da Pozzallo Pian del Lago, nel territorio di Caltanissetta, un fatto simile si è verificato a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento. Secondo quanto appreso in queste ore diverse decine di persone hanno lasciato la tensostruttura che si trova accanto alla Protezione civile. All'interno erano ammassati in 520 a fronte di una capienza massima consentita di cento. Poco prima dei fatti la sindaca Ida Carmina (Movimento 5 stelle) aveva lanciato un appello perché si svuotasse l'area parlando di «rischio soffocamento» per l'assenza di finestre. 

I migranti che hanno abbandonato la struttura avrebbe scavalcato la recinzione e iniziato a correre verso la strada. A cercarli ci sono carabinieri e polizia. «Qui deve intervenire il governo, ho fatto appello a tutti, anche alla Commissione europea - ha spiegato intervistata da Radio Cusano la sindaca Carmina-. Noi siamo un paese senza contagi, però con questa situazione siamo ogni giorno agli onori delle cronache e questo crea un problema di immagine dal punto di vista turistico. Perché fare arrivare qua le navi militari? Potevano portarle da qualche altra parte. Anche i miei concittadini sono molto arrabbiati e hanno paura».

Sono stati intanto rintracciati e riportati al Cara di Pian del Lago di Caltanissetta 125 migranti su un totale di 184 che si erano allontanati ieri dalla struttura. Adesso, come previsto dalla normativa, saranno messi tutti in quarantena. Intanto una soluzione al problema potrebbe arrivare nelle prossime ore. Il Viminale ha annunciato l'invio dell'esercito nelle aree sensibili della Sicilia. Per i migranti, inoltre, verrà destinata una grossa nave passeggeri. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews