Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Da Comiso a Milano in bicicletta per dire «grazie» 
In dono 30 soggiorni in Sicilia ai sanitari lombardi

Solidarietà e sport a braccetto contro il Covid-19, in un progetto che regalerà a trenta operatori della Lombardia la possibilità di soggiornare in una struttura del ragusano. Il regalo sarà consegnato nel capoluogo, dopo un viaggio in bici di 1500 chilometri

Giorgio Tosto

Foto di: Pagina Facebook Il dono dell'ospitalità

Foto di: Pagina Facebook Il dono dell'ospitalità

Cosa c'è di più bello del dono di trenta buoni soggiorno a medici e infermieri lombardi impegnati in prima linea nella lotta al Coronavirus? La possibilità di portarli direttamente, dopo un viaggio in bicicletta di 1500 chilometri lungo la nostra penisola: una sfida che ha portato cinque innamorati dello sport del pedale a viaggiare dal ragusano alla Calabria, passando per Basilicata, Puglia, Abruzzo, Romagna e Lombardia. Il progetto Il Dono dell'Ospitalità ha come protagonisti Marco Di Stefano, titolare di un bed and breakfast a Comiso, il pediatra Salvatore Purromuto, il kinesiologo Vincenzo Virduzzoo, Nunzio e Vincenzo Schembari: questi ultimi, padre e figlio, si sono voluti regalare un'esperienza fuori dall'ordinario per festeggiare cinquantesimo e diciottesimo compleanno. 

«L'idea è nata durante la quarantena, un periodo particolare in cui noi tutti abbiamo cercato di comprendere ciò di cui avessimo più bisogno. La mia vita - afferma Marco Di Stefano - è segnata da due passioni: la gestione del mio B&B e la voglia di andare in bicicletta. Ho cercato così di coniugare entrambe le attività, creando un pacchetto viaggi da offrire al personale sanitario coinvolto nella battaglia contro il Covid-19 in Lombardia». Il progetto prende corpo grazie al patrocinio dell'amministrazione comunale di Comiso e alle convenzioni stipulate con i soggetti privati: «Gli albergatori hanno messo a disposizione ulteriori camere, i ristoratori pranzi e cene: abbiamo coinvolto - aggiunge l'intervistato a MeridioNews -  anche tassisti e baristi. Tutti quelli che non potevano offrire servizi hanno comunque contribuito con una quota sponsor».

Il sostegno della comunità comisana, unito al supporto delle regioni Lombardia e Sicilia, ha tramutato il sogno in realtà: il gruppetto ha dato inizio all'impresa sportiva toccando nella prima tappa l'ospedale Covid di Modica e iniziando poi una risalita che dovrebbe concludersi con i passaggi a Bergamo e Milano, dove gli sportivi saranno accolti all'ospedale Niguarda dal sindaco Beppe Sala. Il condizionale è d'obbligo, dato che questo Giro d'Italia della solidarietà e del ringraziamento potrebbe allungarsi prima a Pistoia, poi addirittura a Roma. A sorpresa, la preparazione fisica all'evento non è stata curata in maniera particolare: «Tre di noi - ricorda Di Stefano - sono pedalatori assidui, anche se non su queste distanze. L'allenamento è stato soprattutto mentale: abbiamo cercato di allenare il disagio di stare in sella 10-12 ore al giorno, pensando anche alle terribili condizioni di lavoro vissute dai sanitari nei mesi passati».

Un percorso che, dunque, rappresenta anche un viaggio nell'anima dei cinque partecipanti, i quali si porteranno con sé ricordi che li accompagneranno per tutta la vita. «Abbiamo affrontato questa esperienza con lo sguardo di un'aquila che spiega le ali, cercando di vedere e percepire tutto il possibile. Le emozioni sono intense e la motivazione che ci ha spinto a metterci in sella è stata grande fin da subito. Poco prima di partire - conclude Di Stefano - ho messo sul manubrio le foto dei miei due figli: li ho voluti portare con me, sperando che anche loro da grandi possano capire il valore della riconoscenza e del ringraziamento verso chi ha fatto tanto per noi tutti».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews