Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Vittoria, a sparare un pregiudicato scarcerato da poco
L'obiettivo era giovane fotografo con cui aveva litigato

Ancora violenza nella cittadina ragusana. Emergono dettagli sulla sparatoria di stanotte nella centralissima piazza del Popolo. A esplodere i colpi di arma da fuoco sarebbe stato un 26enne e tutto sarebbe successo per una foto

Valentina Frasca

A Vittoria si torna a sparare, in piena notte, in pieno centro. È successo nei pressi di un locale di Piazza del Popolo, intorno alle quattro del mattino, e per fortuna ci sono solo due feriti lievi, un ragazzo di 25 anni e una sua amica di 23, già dimessi dai medici dell'ospedale Guzzardi. 

Più emergono elementi sulla dinamica dei fatti, non confermati dagli inquirenti, più la vicenda appare gravissima e assurda. A sparare sarebbe stato un noto pregiudicato del posto, un 26enne uscito dal carcere solo da pochi mesi, e il motivo della discussione, poi degenerata, sarebbe stata una foto. Una delle due vittime, infatti, ossia il ragazzo, sarebbe un noto fotografo. 

La polizia del commissariato di Vittoria e della squadra mobile di Ragusa avrebbe già individuato e starebbe interrogando il giovane che ha sparato, ma le bocche al momento sono cucite. Nessuna conferma e nessuna smentita. Le indagini sono coordinate dal pm Santo Fornasier che potrebbe, nelle prossime ore, firmare lo stato di fermo giudiziario. 

Il presunto omicida avrebbe seguito le sue vittime dopo che sono uscite dal locale, esplodendo i colpi e ferendo i due giovani incensurati agli arti inferiori, di striscio. Probabilmente voleva colpire solo lui, l'autore dello sgarro, ma ha finito per ferire anche lei. Sta di fatto che Vittoria, ancora una volta, si sveglia sgomenta e si scopre terribilmente fragile. Per fortuna, stavolta non piange vittime ma è il caso di dire che i motivi per parlare di un vero allarme ci sono tutti.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews