Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Cassibile, naufraga progetto del villaggio dei migranti
Il botta e risposta tra Comune e prefettura sui ritardi

Nel protocollo d'intesa è previsto che l'ente fornisca 17 moduli per la struttura di accoglienza. «Non sono arrivati per tempo», afferma l'assessora alle Politiche sociali Alessandra Furnari. Intanto, centinaia di braccianti hanno vissuto in una baraccopoli

Marta Silvestre

Foto di: Rete antirazzista catanese

Foto di: Rete antirazzista catanese

Il progetto del villaggio per i migranti stagionali da realizzare a Cassibile è naufragato. Una delibera della giunta comunale di Siracusa, di inizio aprile, aveva annunciato il protocollo d'intesa con la prefettura e con entri del privato sociale (associazioni sindacali, datoriali e realtà del volontariato locale) per la realizzazione di una struttura di accoglienza temporanea. La prefettura aretusea aveva manifestato la propria disponibilità, previa autorizzazione da parte del ministero dell'Interno, a fornire 17 moduli abitativi completi di servizi igienici. «I moduli però - lamenta l'assessora alle Politiche sociali Alessandra Furnari - non sono arrivati per tempo e nemmeno i bagni chimici, quindi, sarebbe stato inutile montare delle tende». Così per i lavoratori stagionali dei campi del Siracusano l'unica soluzione è stata la baraccopoli che sorge puntuale ogni anno

Una situazione che è sotto gli occhi di tutti da oltre vent'anni. Sulle tempistiche di questa vicenda qualcosa pare non avere funzionato fin dall'inizio. La delibera sul sito del Comune ha la data dell'8 aprile. Nello stesso documento si legge che «nel periodo compreso tra marzo e giugno, un numero cospicuo di lavoratori stagionali raggiunge il territorio e, in particolare la frazione di Cassibile, per cercare occupazione nelle aziende agricole». Che l'iter per portare a compimento il progetto avesse tempi lunghi dal Comune lo avevano confermato a questa testata sin da subito. 

«Noi in due mesi abbiamo fatto tutto - replicano dalla prefettura a MeridioNews - Bisognava fare la richiesta di autorizzazione al ministero dell'Interno e all'Anac per il cambio del progetto a cui inizialmente erano destinati i moduli, ovvero quello che sarebbe dovuto essere l'hotspot di Augusta. Abbiamo rispettato i tempi giusti e - aggiungono - già tre settimane fa durante l'ultima riunione, abbiamo detto che eravamo pronti a consegnare i moduli». Il punto è, però, che a fine giugno nelle campagne del Siracusano non rimane quasi più nessuno, i lavoratori stagionali si spostano in Puglia. «Abbiamo verificato - conferma Furnari - che la maggior parte dei contratti, infatti, era in scadenza per il 30 giugno». 

Adesso, come confermano dalla prefettura, sono in corso i lavori per sistemare questi moduli in un terreno nella disponibilità del Comune di Siracusa. «Ce li faremo consegnare, per fare in modo che tutto sia pronto per il prossimo anno», conferma l'assessora. «Questa è la consolazione che si danno tutti gli enti coinvolti, ma io non ci credo più», afferma scoraggiato padre Carlo D'Antoni, il prete della parrocchia di Bosco Minniti che è diventato un punto di riferimento per italiani e stranieri in difficoltà che trovano ospitalità nei locali parrocchiali.  

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.