Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Boom del Popolo della famiglia a Gela con l'8,5%
Merito di un insegnante d'inglese neocatecumeno

Fabio Nalbone è l'uomo che nella città del Nisseno è riuscito a portare abbondantemente oltre la soglia di sbarramento la formazione di Adinolfi che a livello nazionale si è fermata allo 0,43 per cento. «Campagna elettorale? Solo messaggi su Whatsapp»

Simone Olivelli

Se il resto degli italiani avesse fatto come i gelesi, oggi parleremmo di un successo degno delle prime pagine nazionali, con tanto di sfida lanciata a Silvio Berlusconi e sorpasso netto su Giorgia Meloni. Solo che a Gela ci sono soltanto 71 delle oltre 61mila sezioni elettorali sparse per il Paese e dunque per Mario Adinolfi, il leader del Popolo della famiglia, non resta che mettere in bacheca l'8,75 per cento di consenso conseguito nella città del golfo, a fronte di un decisamente più misero 0,43 per cento a livello nazionale. «L'avanzata così enorme di Salvini prosciuga tutti, anche il PdF che paga però un prezzo minore di altri e riesce anzi a sopravanzare CasaPound nello speciale campionato tra piccoli», è la riflessione di Adinolfi. Che poi se la prende con l'ex ministro Mario Mauro, fondatore dei Popolari per l'Italia. «Senza l'inutile lista di disturbo di Mario Mauro avremmo agevolmente confermato il risultato delle Politiche», assicura Adinolfi, che nel 2017 ambì a diventare segretario del Partito democratico.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×