Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Femminicidio Messina, parla il legale di Ioppolo
«Mai confessato delitto». Ieri centinaia in piazza

L'avvocato Alessandro Billè smentisce la versione degli inquirenti, circa un'ammissione di colpevolezza da parte del 26enne che è accusato di avere assassinato la fidanzata Alessandra Musarra. Intanto si è svolta una marcia silenziosa per le vie di città

Simona Arena

«Cristian Ioppolo non ha confessato di essere responsabile della morte di Alessandra». A parlare è l'avvocato Alessandro Billè, il legale del 26enne accusato di essere l'assassino di Alessandra Musarra, la fidanzata rinvenuta cadavere, giovedì, all'interno della propria abitazione di Santa Lucia sopra Contesse, a Messina. Billè sottolinea che Ioppolo non ha negato «di avere avuto un acceso scontro», specificando però di non essere in grado «di ricordare con esattezza, da un certo momento in poi, gli eventi di quel pomeriggio». L'avvocato dunque smentisce la versione divulgata in conferenza stampa dagli inquirenti in merito a un'ammissione del delitto da parte del 26enne. 

Mentre Ioppolo resta rinchiuso nel carcere di Gazzi, gli investigatori proseguono nelle indagini per ricostruire cosa sia accaduto nelle ultime ore di vita di Alessandra, il cui padre ha dichiarato di avere trovato Ioppolo in strada, quando è arrivato sul posto dopo che la ragazza non rispondeva al fratello e dopo avere ricevuto uno strano messaggio dal cellulare di lei. Sms che però, secondo gli investigatori, avrebbe mandato lo stesso Ioppolo in un tentativo di depistaggio.

Ieri sera, intanto, una marcia silenziosa è stata organizzata per le vie della città di Messina. Tanti i ragazzi e le ragazze che sono partiti da piazza Cairoli e si sono riuniti sotto lo slogan Anch’io sono Alessandra. L’iniziativa ha visto l'organizzazione del Cedav, centro donne antiviolenza, e di altre associazioni che hanno deciso di scendere in piazza per dire basta a alla violenza contro le donne. Il corteo si è fermato a piazza Duomo dove c'è stato l'incontro privato tra i familiari di Alessandra e i rappresentanti del Cedav e la Confcommercio.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×