Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Pachino, bomba carta sotto l'auto di un'avvocata
Esplode mentre è al bar, lievi danni alla macchina

La professionista doveva riconsegnare un distributore di benzina al legittimo proprietario. Al suo arrivo ha trovato i sigilli già tolti e ha chiamato la polizia. Pochi minuti dopo, il boato. Interviene il consiglio dell'Ordine degli avvocati: «Il danneggiamento è un chiaro segnale di escalation della criminalità organizzata»

Redazione

Una bomba carta è stata messa sotto l'autovettura dell'avvocata Adriana Quattropani oggi a Pachino, in provincia di Siracusa. L'ordigno è esploso mentre la professionista era al bar vicino, lievi i danni alla macchina. Quattropani fa la curatrice fallimentare e aveva appena consegnato un distributore di carburante al suo legittimo proprietario. Proprio mentre l'avvocata era al bar insieme al proprietario dello stabilimento e al suo legale, si è sentito il boato. 

La vittima dell'intimidazione aveva chiamato la polizia pochi minuti prima, perché aveva notato che i sigilli erano stati tolti prima del suo arrivo. Sul posto, dopo l'esplosione della bomba carta, sono intervenuti gli agenti della scientifica e della polizia di Stato. Si indaga per capire i motivi dell'intimidazione.

Il consiglio dell'Ordine degli avvocati di Siracusa ha manifestato solidarietà alla legale e ha scritto al prefetto e al capo della Procura. «La collega stava svolgendo il proprio dovere di pubblico ufficiale, quale curatore fallimentare - spiega il presidente Francesco Favi -. Il danneggiamento dell'autovettura è un chiaro segnale di escalation della criminalità organizzata che ritiene di poter impunemente compiere atti intimidatori anche nei confronti di chi è preposto alla tutela della legalità e dei diritti dei cittadini». 

Il Consiglio dell'Ordine, che si costituirà parte civile contro i responsabili dell'atto ritorsivo, «auspica un intervento immediato e risoluto da parte delle forze dell'ordine e dell'autorità giudiziaria al fine di tutelare la collega e di scongiurare che simili episodi abbiano in futuro a ripetersi».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×