Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Licata, il sindaco Angelo Cambiano valuta le dimissioni
«Le demolizioni dovevano essere fatte in tutta la Sicilia»

Il primo cittadino del Comune agrigentino, in prima linea contro l'abusivismo, considera il passo indietro e si sfoga: «Che vita è questa? Io mi sono fidato ciecamente dello Stato, ho applicato la legge che prevedeva la demolizione degli immobili costruiti vicino al mare, ma ora mi sento abbandonato»

Giacinto Pira

Foto di: Angelo Cambiano Pagina Facebook

Foto di: Angelo Cambiano Pagina Facebook

Ha il volto stanco, tirato, Angelo Cambiano. Il sindaco di Licata esce di casa, come al solito, con il proprio angelo custode, un poliziotto che ormai da mesi lo segue come un’ombra in tutti gli spostamenti. Saluta gli altri agenti che stazionano, secondo le disposizioni del ministro degli Interni Angelino Alfano, davanti la sua abitazione 24 ore su 24, e si avvia verso il municipio. Oggi sono riprese le demolizioni delle case abusive e lui sbotta: «Vede, come faccio a spiegare che non ho più nemmeno la possibilità di uscire di casa con mio figlio, che è nato appena una settimana fa (è il primogenito del sindaco), senza rischiare di essere aggredito. Che vita è questa? Io mi sono fidato ciecamente dello Stato, ho applicato la legge che prevedeva la demolizione degli immobili abusivi costruiti vicino al mare, ma ora mi sento abbandonato».

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×